Trova ricetta

Ragù alla bolognese

    4.4/5 (40 voti)

    Ricette salse

    Ragù alla bolognese


    Il ragù è una specialità bolognese preparato con carne tritata. In molti utilizzano diversi tipi di carne, nella mia versione è presente in gran parte la carne di manzo e solo poca carne di maiale. E' quella che preferisco. L'importante è che il manzo non sia troppo magro, altrimenti arrivate a fare metà e metà oppure aggiungete un trito fino di pancetta al soffritto.

    Fondamentale, per la riuscita di un ottimo ragù bolognese, è seguire bene tutte le fasi di cottura, con pazienza e attenzione e non avere fretta. La lunga cottura è infatti fondamentale per il giusto sapore e consistenza.

    Il ragù alla bolognese si gusta solitamente in accompagnamento alle tagliatelle fresche all'uovo, ma è anche ingrediente fondamentale di lasagne e cannelloni. In Emilia si gusta anche con la polenta.

    INFORMAZIONI

    • 6 persone
    • 215 Kcal a porzione
    • difficoltà media
    • pronta in 3 ore e ½
    • si può preparare in anticipo

    INGREDIENTI

    In quanti siete?

    Dimmelo e ti ricalcolerò gli ingredienti!

        

    PREPARAZIONE

    1. Lavare il sedano e la carota e pelare la cipolla. Tritare tutte le verdure molto finemente con una grattugia da verdure. Io di solito utilizzo il lato più fine della grattugia 4 lati.
    2. La pentola giusta per preparare il ragù è di altezza media, abbastanza ampia, di acciaio ed ha un fondo spesso e uniforme. Non usate pentole antiaderenti, perchè la carne deve brunire per dare sapore al piatto.
    3. Mettere nella pentola l'olio e le verdure.
    4. Portarla sul fuoco e far soffriggere, a fiamma molto bassa, per una decina di minuti girando di tanto in tanto. A metà cottura unire un pizzico di sale. Lasciare la pentola coperta per tutta questa fase.
    5. Nel frattempo lavare il rosmarino, selezionarne le foglie e tritarle finemente con la mezzaluna su un tagliere.
    6. Quando le verdure avranno soffritto alzare la fiamma e aggiungere la carne, poca per volta, mescolando.
    7. Aggiungere il rosmarino tritato e far insaporire la carne fintanto che non si asciuga tutta la sua acqua di cottura e non comincia ad attaccare sul fondo. In questa fase mescolare di continuo per evitare che bruci.
    8. Aggiungere il vino rosso e proseguire la cottura a fiamma vivace fintanto che non è completamente evaporato e la carne imbrunisce. Questa fase è molto importante perchè si formano i composti aromatici che rendono buono il ragù e perchè non deve rimanere traccia di alcool, che darebbe al sugo un sapore sgradevole.
    9. Ad evaporazione completata aggiungere la passata di pomodoro, un paio di pizzichi abbondanti di sale, una generosa macinata di pepe e mescolare.
    10. Coprire e attendere che ricominci a sobbollire.
    11. A questo punto occorre trasferire la pentola su un fuoco piccolo rispetto la sua dimensione e arrivare ad abbassare la fiamma poco a poco fino a quando non cuoce piano piano, sobbollendo appena.
    12. Il ragù deve cuocere per 3 ore, con il coperchio. Girarlo di tanto in tanto con un cucchiaio di legno.
    13. Trascorso il temine indicato assaggiarlo e regolare di sale.
    14. Aggiungere il latte, mescolare bene e spegnere. Il latte ha la funzione di smorzare l'acidità del pomodoro, ma se non vi piace potete ometterlo. Io vi consiglio di provare per valutare la differenza.
    15. Il ragù è ora pronto per essere utilizzato.

    STAGIONE

    Ricetta per tutte le stagioni.

    AUTORE

    Ricetta realizzata da Barbara Farinelli. Fotografia di Giovanni Caprilli. Tutti i diritti riservati.

    APPROFONDIMENTI

    Il 17 ottobre 1982 l'Accademia Italiana della Cucina ha depositato presso la Camera di Commercio di Bologna la ricetta del "vero" ragù alla Bolognese. Se vi interessa provarla o siete semplicemente curiosi la trovate qui:
    http://www.accademiaitalianacucina.it/it/content/rag%C3%B9-alla-bolognese

    I suggerimenti di barbara

    Il ragù è più buono se preparato in anticipo. Prima di utilizzarlo riscaldarlo su fiamma dolce. Si conserva in frigorifero, ben coperto da pellicola da cucina oppure in un vaso chiuso per 3-4 giorni. Può anche essere congelato, nel qual caso si conserva per 3 mesi.


    www.lospicchiodaglio.it


    Ricette correlate


    Il patè di olive nere è un'ottima salsina, ideale per condire crostoni, tramezzini, panini, ma anche come aggiunta in altre gustose ricette. Per la preparazione del patè di olive nere è indispensabile scegliere olive di ottima qualità, il cui sapore farà variare molto anche ...



    La salsa agrodolce è la tipica salsa cinese che si usa servire in accompagnamento a piatti tipici come involtini primavera, nuvole di gambero, ravioli a vapore, pollo fritto. E' ottima in genere accostata ad alimenti dal sapore neutro, oppure salato. La salsa agrodolce è ...



    Il pesto modenese è un battuto di lardo di maiale, aglio e rosmarino che viene principalmente utilizzato per la farcitura delle tipiche tigelle montanare, specialità anch'essa modenese. La tigella, servita molto calda, viene tagliata in due e farcita con il pesto modenese e il Parmigiano ...



    La marmellata di cipolle rosse di Tropea è una conserva di cipolle dal gusto agrodolce che si accompagna a formaggi e carni particolarmente saporiti, esaltandone gusto e aroma. La buona riuscita della marmellata dipende fortemente dalla qualità delle cipolle, che devono essere particolarmente buone e ...



    La salsa tonnata è una salsa veloce da preparare, molto saporita, a base di tonno, alici, prezzemolo e maionese. Volendo è possibile aggiungere anche i capperi al trito, a seconda del proprio gusto personale. Per un gusto eccezionale, provate a fare la maionese in casa ...



    La salsa tartara è una salsa a base di maionese che troviamo nella cucina italiana in tantissime varianti, alcune molto differenti le une dalle altre. Nella nostra ricetta ve ne proponiamo una piuttosto semplice, caratterizzata da pochi ingredienti freschi, in prevalenza erbe appena raccolte. ...



    L'insalata capricciosa è una salsa a base di maionese e verdure alla julienne. La nostra versione prevede l'aggiunta unicamente di carote, peperoni e sedano rapa, ma ne esistono molte altre che prevedono l'utilizzo di ingredienti vari, fra cui prosciutto cotto, cavolo cappuccio, formaggio. L'insalata ...



    La besciamella è una salsa molto famosa, utilizzata in Italia come ingrediente di numerose preparazioni come ad esempio le lasagne alla bolognese, i cannelloni, pasta al forno e gratin in genere. La besciamella è una salsa molto usata nella cucina francese e italiana, che ...



    12 commenti su questa ricetta

    Barbara Farinelli ha detto:
    @Tiziana : probabilmente si. Pensa che a Bologna molti tritano ancora la carne a coltello. Prova con un macinato più grosso :-)

    Tiziana ha detto:
    Salve! Buonissimo! Grazie infinite! Solo una curiosità.. La carne è venuta molto sottile, questo perché la macinatura era troppo sottile? Grazie.

    Barbara Farinelli ha detto:
    @Jiana: per 1 Kg di passata puoi considerare circa 1,5 litri. Solitamente comunque sulle etichette trovi anche il peso. Buon ragù!

    Jiana ha detto:
    Buonasera, posso chiedere una domanda? 1kg di passata? In millilitro quanto ne sono se prendo quella già fatta nel supermercato? Grazie mille

    Barbara Farinelli ha detto:
    @Virgeos: grazie a te per averla provata!

    Virgeos ha detto:
    Appena fatto, buonissimo! Non conoscevo la versione con l'aggiunta di latte,è top !!!
    Grazie per la ricetta!!!!

    Barbara Farinelli ha detto:
    @Paolo: il rosmarino è molto utilizzato nella cucina emiliana in abbinamento con la carne. Gli dona un particolare aroma durante la cottura. Del resto è comune quasi in tutta Italia abbinare il rosmarino all’arrosto, alla carne di maiale, al pollo, al tacchino, all’agnello… prova una volta, nella giusta misura, e vedrai che sapore!

    Paolo ha detto:
    Rosmarino? Nel ragù? E poi cosa ci condisci, le trote?

    loretta lory ha detto:
    Ciao Davide da bolognese nata a bologna posso dirti che davvero il ragu' è personalizzato, io ad esempio non ho MAI visto mia mamma mettere la salsiccia nel ragu'......semmai ha sempre fatto il ragu' di salsiccia che con il ragu' di carne nulla ha a che vedere:)......ma, ripeto il ragu' è davvero personalizzato e io come mia mamma lo facciamo nella maniera piu' classica che prevedere carne di macinato mista.
    Un saluto a tutti e buona domenica

    Carlo Vicinanza ha detto:
    Salve, io ci metto 1/2 manzo e1/2 maiale,senza aggiunta di rosmarino ma di alcune scorze di limone con
    noce moscata e un po' di burro a fine cottura.

    12 commenti su 12
     

    Lascia un commento!!!

    richiesto

    richiesto, non sarà pubblicato

    il tuo sito web