Trova ricetta

Raviole bolognesi al forno

    3.9/5 (10 voti)

    Ricette frutta e dolci

    Raviole bolognesi al forno


    Le raviole bolognesi al forno sono dolcetti tipici bolognesi, realizzati con la pasta da ciambella e ripiene di mostarda, una confettura preparata nelle case contadine emiliane con mele cotogne e scarti di frutta di vario tipo, in genere le prugne. Ha un sapore acidulo molto buono, che si sposa perfettamente ai dolci della tradizione emiliana come appunto le raviole o la pinza.

    Le raviole bolognesi al forno si possono farcire con qualunque tipo di confettura, oppure con la Nutella: saranno comunque buonissime. Si conservano ottimamente per 10-15 giorni a temperatura ambiente, ben coperte in una scatola di latta o sotto una campana di vetro. Se imbustate e ben chiuse si conservano anche per 3 settimane e oltre.

    INFORMAZIONI

    • 30 persone
    • 360 Kcal a porzione
    • difficoltà media
    • pronta in 2 ore e ½
    • ricetta vegetariana
    • si può preparare in anticipo
    • si può mangiare fuori

    INGREDIENTI

    In quanti siete?

    Dimmelo e ti ricalcolerò gli ingredienti!

        

    PREPARAZIONE

    1. Ridurre il burro freddo di frigo a pezzetti sottili.
    2. Setacciare la farina in una ciotola. Setacciarvi anche il lievito e mescolare bene. Unire quindi il sale, lo zucchero e mescolare ancora. Alla fine le polveri si dovranno essere uniformemente mescolate.
    3. Formare un foro al centro della farina, unire il burro, le uova, il latte e il miele. Lavorare rapidamente gli ingredienti con la punta delle dita, aiutandosi con le nocche, fino ad ottenere un composto omogeneo. Se fosse troppo secco aggiungere qualche cucchiaio d'acqua fredda.
    4. Bisogna ammassare e compattare gli ingredienti cercando di lavorarli il meno possibile.
    5. Avvolgere l'impasto nella pellicola trasparente e metterlo a raffreddare in frigorifero per almeno 1 ora.
    6. Trascorso il tempo di riposo della pasta stenderla con un matterello su un tagliere fra due fogli di carta da forno. Lo spessore deve essere di mezzo centimetro circa. Se dovesse spezzarsi mentre la si stende, ricompattarla con la punta delle dita. Ogni tanto staccare i fogli e se la pasta è molto appiccicosa unire un velo di farina.
    7. Togliere uno dei fogli di carta da forno e tagliare dei tondi di 7 cm di diametro, ondulati o lisci. Appiattirli leggermente con il mattarello, quindi unire un cucchiaino scarso di ripieno al centro e chiudere a mezzaluna, sigillando bene i bordi.
    8. Disporre le raviole man mano che sono pronte in una teglia coperta con un foglio di carta da forno, un po' distanziate fra loro.
    9. Cuocere nel forno preriscaldato a 180° C per 15-18 minuti.
    10. In genere con la dose di impasto indicata si realizzano una sessantina di raviole, che io cuocio in 4 infornate da 15 raviole cadauna.
    11. Far raffreddare all'aria per un'oretta prima di riporle.

    STAGIONE

    Ricetta per tutte le stagioni.

    AUTORE

    Ricetta realizzata da Barbara Farinelli. Fotografia di Giovanni Caprilli. Tutti i diritti riservati.

    I suggerimenti di barbara

    Nella tradizione bolognese si usa decorare le raviole con zucchero semolato messo in cottura, oppure messo appena uscite dal forno. C'è poi la variante in cui vengono bagnate con l'alchermes.


    www.lospicchiodaglio.it


    Ricette correlate


    La torta ai pinoli è un dolce morbido dal sapore burroso e aromatico, che mette ben in risalto il gusto caratteristico dei pinoli. E' la classica torta da merenda, ma è ottima anche per la colazione. Io la servo perfino come torta da fine pasto, ...



    Gli struffoli sono il dolce napoletano per eccellenza del periodo natalizio e ringrazio la mia mamma e la mia nonna per questa ricetta che vi invito a provare. E' veramente squisita. Gli struffoli sono piccole palline di pasta dolce fritte e avvolte nel ...



    La cicerchiata è un dolce tipico di Carnevale, riconosciuto come Prodotto Agroalimentare Tradizionale per l'Abruzzo, le Marche ed il Molise, ma molto diffuso anche in Umbria e nel Lazio. L'impasto e la preparazione della cicerchiata sono molto simili a quello degli struffoli napoletani, che vengono ...



    La cioccolata in tazza è una bevanda a base di latte e cioccolato, molto famosa e diffusa, soprattutto dove gli inverni sono lunghi e freddi. E' infatti un piacere gustarla, sia per il fatto che è calda, sia perchè il cioccolato è una vera golosità. ...



    La torta fondente al cioccolato è una golosissima torta al cioccolato fondente molto caratteristica. Contiene soltanto 2 cucchiai di farina e mette in risalto in modo particolare l'aroma e il profumo del cioccolato. Appena ritirata dal forno tenderà a sgonfiarsi: è normale. La bontà di ...



    La torta fredda allo yogurt è un dolce molto semplice da preparare, che non richiede cottura, ed è quindi molto indicata nei mesi più caldi dell'anno, soprattutto in estate. La torta fredda allo yogurt si può preparare con yogurt di qualsiasi gusto. Noi qui ...



    I biscotti alle mandorle sono piccoli biscotti di pasta frolla aromatizzati con mandorle spellate, tostate e tritate. Possono essere anche spolverizzati con zucchero a velo, per essere ancora più golosi. I biscotti alle mandorle sono realizzati con una pasta frolla per biscotti, che sebbene ...



    Le castagnole sono un dolce fritto tipico di Carnevale che si prepara in molte regioni di Italia, anche se con nomi diversi: zeppole, tortelli, palline dolci, frittelle. Le castagnole sono frittelline tondeggianti grosse come una castagna, da cui il nome. Sono soffici, gonfie e ...



    Lascia un commento!!!

    richiesto

    richiesto, non sarà pubblicato

    il tuo sito web