Trova ricetta

Risotto alla verza

    4.3/5 (3 voti)

    Ricette primi piatti verdura

    Risotto alla verza


    Il risotto alla verza è una minestra a base di riso, quasi una zuppa, poichè è ottimo tenuto piuttosto morbido, all'onda. Per la buona riuscita del piatto è di fondamentale importanza la qualità della verza, fresca e croccante.

    Il risotto alla verza è una preparazione tipica dell'autunno e dell'inverno, quando arriva il freddo e le prime gelate notturne, che contribuiscono a rendere la verza croccante e saporita.

    INFORMAZIONI

    • 2 persone
    • 400 Kcal a porzione
    • difficoltà facile
    • pronta in 45 minuti
    • ricetta light

    INGREDIENTI

    In quanti siete?

    Dimmelo e ti ricalcolerò gli ingredienti!

        

    VARIANTE VEGAN

    Sei vegan e vuoi realizzare questa ricetta?

    E' sufficiente omettere il Parmigiano Reggiano.

    PREPARAZIONE

    1. Pulire la verza scartando le foglie più esterne se rovinate e affettare la parte che occorre. Lavarla, e asciugarla tamponandola con uno strofinaccio pulito, oppure con una centrifuga da insalata.
    2. Tritarla grossolanamente con un grande coltello su un tagliere.
    3. Scaldare il brodo.
    4. In una pentola da minestra mettere l'olio e tritare lo scalogno molto finemente. Portare la pentola sul fuoco e farlo soffriggere a fiamma bassa.
    5. Quando lo scalogno sarà ben dorato, alzare la fiamma, unire la verza e cuocerla per un paio di minuti a fiamma vivace.
    6. Unire un mestolo di brodo, un pizzico di sale e cuocere a fiamma media, coperto, per 10 minuti. Mescolare di tanto in tanto e aggiungere altro brodo se il fondo di cottura dovesse asciugarsi troppo.
    7. Trascorso il tempo indicato scoperchiare e far asciugare il fondo di cottura, quindi unire il riso e farlo tostare per un minuto, mescolando di continuo.
    8. Unire 4-5 mestoli di brodo bollente e impostare il timer secondo i minuti di cottura del tipo di riso che si sta usando (solitamente 15-18 minuti).
    9. Continuare unendo il brodo man mano che viene assorbito, mescolando di tanto in tanto, senza lasciare che il composto si asciughi troppo, altrimenti cuocerebbe male ed in modo discontinuo.
    10. A fine cottura regolare di sale, spegnere il fuoco e mantecare con il Parmigiano grattugiato, una macinata di pepe, mezzo mestolo di brodo.
    11. Tenere coperto per un paio di minuti prima di servire.

    STAGIONE

    Gennaio, febbraio, marzo, ottobre, novembre, dicembre.

    AUTORE

    Ricetta realizzata da Barbara Farinelli. Fotografia di Giovanni Caprilli. Tutti i diritti riservati.


    www.lospicchiodaglio.it


    Ricette correlate


    Le tagliatelle ai funghi sono un primo piatto classico della cucina italiana, in cui le tagliatelle emiliane incontrano un sugo bianco di funghi porcini o misti a piacere. La mia versione non prevede l'utilizzo della panna, spesso presente in questa ricetta, perchè mi piace che ...



    I cappellacci di zucca sono una tipica ricetta ferrarese, ormai un simbolo della città, tantoché nel 2016 ha acquisito il marchio IGP. La ricetta dei cappellacci di zucca ha origine nel Rinascimento, alla corte del Duca Alfonso II d'Este. Ne esistono testimonianze scritte che risalgono al 1584 poichè ...



    La pasta e fagioli dall'occhio è una minestra a base di fagioli dall'occhio, una varietà molto particolare così chiamata per la presenza della tipica macchia nera sul seme bianco crema. I fagioli dall'occhio hanno un sapore molto caratteristico e particolare, veramente buono.   La pasta e fagioli ...



    Il cuscus alle zucchine è un ottimo primo piatto a base di cuscus, fresco e leggero, adatto alle calde giornate estive. Può essere gustato anche il giorno dopo, a temperatura ambiente e si adatta benissimo a un pranzo fuori casa, anche in ufficio. Per la ...



    Il risotto alla verza è una minestra a base di riso, quasi una zuppa, poichè è ottimo tenuto piuttosto morbido, all'onda. Per la buona riuscita del piatto è di fondamentale importanza la qualità della verza, fresca e croccante. Il risotto alla verza è una ...



    La pasta con pomodoro alle olive è un primo piatto leggero e saporito, in cui l'aroma delle olive nere mette bene in risalto quello del pomodoro e gli dona un profumo inconfondibile. La pasta con pomodoro alle olive viene proposta semplicemente con un filo d'olio ...



    Il risotto funghi e pinoli è un primo piatto a base di riso preparato con funghi porcini e pinoli tostati. E' una variante del più classico risotto ai funghi. Il risotto funghi e pinoli si può preparare con i porcini, ma anche con champignoni, chiodini, finferli ...



    La pasta al forno ai cavolfiori è una pasta al forno condita con la besciamella e due tipi di cavolfiori diversi: il cavolfiore bianco e il broccolo romanesco, chiamato anche cavolfiore romanesco. Se volete si possono anche mescolare cavolfiori viola, arancioni, verdi... a piacere! L'importante ...



    9 commenti su questa ricetta

    Barbara Farinelli ha detto:
    @Miriam: ottima variante!

    Miriam ha detto:
    Provato a pranzo: davvero ottimo! Ho aggiunto la vodka per sfumare...
    Da ripetere sicuramente!

    maria Teresa di Miscio ha detto:
    l'ho preparato Ieri. veramente ottimo!

    sara ha detto:
    mmmmm... buonissimo e se senti il profumino e squisito

    Barbara Farinelli ha detto:
    @michelle: si, raddoppia gli ingredienti!

    michelle ha detto:
    scusa ma cm fai a farlo per 4 pers
    raddoppi li ing

    michelle ha detto:
    buonissimo e molto buono e saporito quando lo guardi ti viene l'aquolina
    e quando senti il profumo.................mmmmm buonissimo

    Barbara Farinelli ha detto:
    @francesco: dunque... 200 g di verza apportano 50 Kcal (25 Kcal ogni 100 g di prodotto), 1 litro di brodo sono 40 Kcal, 1 cucchiaio di olio 90, 1 scalogno cira 15, 160 g di riso sono 531 Kcal (332 Kcal ogni 100 g di prodotto), 20 g di Parmigiano sono circa 80. A conti fatti arriviamo a 403 a porzione (806 totali /2 persone). Noi ne abbiamo scritte 450 perchè in una precedente versione della ricetta c'erano 2 cucchiai d'olio, che poi sono stati ridotti a uno. Correggiamo, ma sicuramente siamo molto sopra le 250 Kcal a porzione. Grazie per la segnalazione!

    francesco ha detto:
    non ho sottomano le calorie degli alimenti ma, ad occhio e croce una porzione non arriva a 250 kcal

    9 commenti su 9
     

    Lascia un commento!!!

    richiesto

    richiesto, non sarà pubblicato