Trova ricetta

Frittura di pesce

    5.0/5 (7 voti)

    Ricette secondi piatti pesce

    Frittura di pesce


    La frittura di pesce è un secondo piatto di pesce squisito, adatto ai momenti di festa, molto ricco e goloso. Si può preparare con tanti tipi di pesce, ma solitamente non mancano mai calamari e gamberetti, a cui si possono aggiungere pesciolini come sardine, triglie, oppure misto di paranza. Ottimo naturalmente anche il baccalà.

    Per infarinare il pesce si può usare farina 00 oppure semola di grano duro. C'è chi preferisce grandemente la semola, io sono invece per la farina. Se siete indecisi infarinatene metà in un modo e metà nell'altro e poi una volta fritto scegliete la versione che preferite.

    La frittura di pesce per essere gustata al meglio deve essere preparata e servita al momento, calda e croccante. 

    INFORMAZIONI

    • 2 persone
    • 500 Kcal a porzione
    • difficoltà media
    • pronta in 1 ora

    INGREDIENTI

    In quanti siete?

    Dimmelo e ti ricalcolerò gli ingredienti!

        

    PREPARAZIONE

    Per preparare la frittura di pesce in genere i due ingredienti che non mancano mai sono calamari e gamberetti. Per un misto più ricco si possono aggiungere baccalà, sardine, o altro pesce misto da frittura, intero o a filetti.

    Pulire il pesce e metterlo mano a mano in un colino:

    CALAMARETTI

    1. I calamari migliori per la frittura sono quelli di piccola pezzatura, perchè rimangono più morbidi ed hanno sapore intenso.
    2. Per la pulizia occorre innanzitutto sfilare la testa, a cui rimarranno attaccate le interiora.
    3. La testa va preparata tagliando via la parte sotto i tentacoli, toliendo il becco e sciacquandola sotto un filo d'acqua.
    4. Il corpo va invece preparato rimuovendo la lisca interna, quindi svuotandolo bene. Sciacquare e affettarlo ad anelli alti circa 2 cm.
    5. Mettere anelli e teste a scolare.

    GAMBERI

    1. Per la frittura vanno bene piccoli gamberetti, come quelli grigi, ma anghe gamberi di pezzatura più elevata, come quelli rossi. Varierà soltanto il tempo di cottura.
    2. Per la pulizia tagliare la testa e sfilare il budellino scuro posto sulla schiena. Se non viene via bene aiutarsi con uno stuzzicadente.
    3. Accorciare le zampette.
    4. Sciacquarli e metterli a scolare. 

    BACCALA'

    1. Prima di essere cucinato il baccalà deve già essere stato ammollato per almeno 48 ore.
    2. Sciacquarlo bene, se è presente la pelle eliminarla, quindi tagliarlo per ricavare dei pezzetti di 3-4 centimetri di lato.
    3. Tastare bene la polpa alla ricerca di eventuali spine, che sono da togliere utilizzando una pinzetta per pesce.
    4. Mettere i pezzi a scolare.

    SARDINE O ALTRO PESCE DA FRITTURA

    1. Lavare il pesce sotto acqua corrente, eliminare le interiora, eventuali lische e sciacquare bene.
    2. Se non piace la frittura con il pesce intero si possono ricavare i filetti eliminando la testa e aprendo il pesce lungo il ventre per eliminare la lisca.

    PER COMPLETARE LA PREPARAZIONE

    1. Mettere sul fuoco una capace padella con l'olio e farlo scaldare. Se avete un termometro da cucina la temperatura giusta per iniziare a friggere è attorno ai 180°C.
    2. Nel frattempo passare il pesce nella farina, scuoterlo leggermente per toglierne l'eccesso e riporlo man mano su vassoi o piatti, ben distanziato per evitare che si appiccichi. In alternativa si può infarinare al momento, pochi istanti prima di buttarlo nell'olio caldo.
    3. Friggere prima i pesci interi e il baccalà insieme, quindi i calamaretti, infine i gamberi.
    4. Ritirare il pesce appena è ben dorato. Attenzione ai gamberi, che devono cuocere poco, altrimenti diventeranno duri e secchi. In genere sono sufficienti 2 minuti per quelli più piccoli, 3 per quelli più grandi.
    5. Ritirare il pesce man mano che è pronto con un mestolo forato ed asciugare su un foglio di carta da cucina.
    6. Regolare di sale e servire immediatamente.

    CONTORNO DI ABBINAMENTO IDEALE

    Insalata, patate.

    STAGIONE

    Ricetta per tutte le stagioni.

    AUTORE

    Ricetta realizzata da Barbara Farinelli. Fotografia di Giovanni Caprilli. Tutti i diritti riservati.

    APPROFONDIMENTI

    Come si fa... ad ammollare il baccalà?


    www.lospicchiodaglio.it


    Ricette correlate


    Il filetto di salmone aromatico alla brace è un secondo piatto di pesce in cui il filetto di salmone viene condito con aglio, prezzemolo, pepe e pangrattato, per poi essere cotto sulla brace. Per la preparazione del filetto di salmone aromatico alla brace ...



    La ricetta di tonno e fagioli all'aceto balsamico è un secondo piatto tipicamente estivo, che si prepara a freddo, senza accendere i fornelli. È ottimo gustato fuori casa, in spiaggia o per un picnic. È semplicissimo da preparare, con ingredienti semplici facilmente reperibili e poco ...



    Il filetto di salmone gratinato è un secondo piatto a base di pesce semplice da preparare, veloce, molto gustoso e anche leggero. Potete acquistare i filetti già tagliati e puliti in pescheria, oppure ricavarli da un codino. Se avete bisogno di indicazioni su come fare ...



    Il baccalà in umido è una semplice ricetta per la cottura del baccalà nel sugo di pomodoro, assieme a olive nere, capperi e origano. Una classica ricetta mediterranea per mettere in risalto il sapore di questo pesce in tutta leggerezza. Per la preparazione del baccalà ...



    La frittura di calamaretti e patate è un secondo piatto di pesce squisito, adatto ai momenti di festa, molto ricco e completo. Unisce il croccante delle patate fritte a sfoglia alla tenerezza del calamaretto fresco. Per infarinare i calamaretti si può usare farina 00 oppure semola ...



    6 commenti su questa ricetta

    Barbara Farinelli ha detto:
    @Laura: che esperimento carino! Devo provare anche io... ;-)

    Laura ha detto:
    @Franco: io ho fatto una prova e infarinato un po' di pesce con la farina 00 e un po' con la semola. Fra i miei invitati farina batte semola 5 a 1!

    Franco ha detto:
    ho provato molti modi, ma debbo riconoscere che Barbara ha ragione: se si decide per il fritto è meglio "cotto e mangiato" il resto è un ripiego.

    Barbara Farinelli ha detto:
    @federica: il fritto andrebbe mangiato al momento, quindi meno lo conservi meglio è. Io solitamente lo servo come piatto unico, assieme all'insalata, in modo tale da prepararmi tutto il pesce prima, ma infarinarlo e friggerlo solo al momento di andare a tavola.
    Per conservarlo va bene il forno tiepido, ma non avrà la stessa croccantezza.

    federica ha detto:
    per una cena quanto tempo prima si può preparare e tenere da parte? Si può tenere in caso nel forno tiepido?

    Franco ha detto:
    al posto della farina userei la semola di grano duro...è molto più indicata

    6 commenti su 6
     

    Lascia un commento!!!

    richiesto

    richiesto, non sarà pubblicato

    il tuo sito web