Trova ricetta

Raviole fritte di Carnevale

    5.0/5 (1 voti)

    Ricette frutta e dolci

    Raviole fritte di Carnevale


    Le raviole fritte di Carnevale sono dolcetti fritti molto gustosi, a forma di mezzaluna, ripieni di crema pasticcera e ricoperti di zucchero a velo. Sono veramente golose e non troppo difficili da preparare.Le raviole fritte di Carnevale si possono farcire non solo con la crema pasticcera, ma anche con Nutella, ricotta e gocce di cioccolato o marmellata a piacere.

    Le raviole fritte di Carnevale sono dei dolcetti ottimi per essere portati a una festa di Carnevale. Se si sono farcite con la crema occorre conservarle in frigorifero e consumarle entro 1 giorno. Farcite con Nutella o marmellata si conservano invece anche 2-3 giorni a temperatura ambiente.

    INFORMAZIONI

    • 12 persone
    • 400 Kcal a porzione
    • difficoltà media
    • pronta in 2 ore
    • si può preparare in anticipo
    • si può mangiare fuori

    INGREDIENTI

    In quanti siete?

    Dimmelo e ti ricalcolerò gli ingredienti!

        

    PREPARAZIONE

    1. In un'ampia ciotola mescolare la farina setacciata, il lievito passato attraverso un setaccino a maglie fini, la vanillina e lo zucchero.
    2. Fare un foro al centro quindi unire le uova, il burro a pezzetti, un pizzico di sale e impastare bene.
    3. Portare il composto sulla spianatoia ben infarinata e impastare fino ad ottenere un composto omogeneo. Avvolgerlo nella pellicola trasparente e metterlo a riposare per una ventina di minuti in frigorifero.
    4. Nel frattempo preparare la crema secondo la nostra preparazione di base, mantenendola un po' soda per permettere una più facile farcitura delle raviole. Coprirla molto bene con la pellicola trasparente e tenerla da parte fino al momento di utilizzarla.
    5. Trascorso il tempo di riposo della pasta, stenderla con il mattarello in una sfoglia sottile, dello spessore massimo di 2-3 millimetri. Spolverizzare molto bene la spianatoia e il mattarello di farina per evitare che la pasta si attacchi.
    6. Con un tagliapasta ad anello del diametro di 6-8 centimetri ricavare dei cerchi di sfoglia al cui centro posizionare un cucchiaino di crema. Chiudere piegando a mezzaluna e sigillando molto bene i bordi. Disporre tutte le raviole, man mano che sono pronte, su un vassoio coperto con un foglio di carta da forno infarinato. Reimpastare e stendere i ritagli fino ad avere esaurito l'impasto.
    7. Man mano che i vassoi di raviole sono pronti, riporli in frigorifero in attesa di friggere.
    8. Mettere sul fuoco un padellino con abbondante olio di arachide e friggere le raviole poche per volta, a fiamma media, fintanto che non saranno ben gonfie e dorate. La temperatura ideale dell'olio è attorno ai 170°C. E' molto importante che friggano non troppo velocemente, altrimenti bruceranno all'esterno, resteranno crude all'interno e non si gonfieranno. Per trovare la temperatura giusta fare un paio di prove con qualche ritaglio di pasta.
    9. Man mano che sono cotte disporle su un foglio di carta da cucina ad assorbire l'unto in eccesso. Cospargere con zucchero a velo e far intiepidire prima di servire.

    STAGIONE

    Febbraio, marzo.

    AUTORE

    Ricetta realizzata da Barbara Farinelli. Fotografia di Giovanni Caprilli. Tutti i diritti riservati.

    I suggerimenti di barbara

    Per lavorare meglio l'impasto, tagliarlo a metà e stenderlo un pezzo alla volta. Quello che rimane da parte mantenerlo bene avvolto dalla pellicola fino al momento di utilizzarlo.


    www.lospicchiodaglio.it


    Ricette correlate


    Il ciambellone ricotta e gocce di cioccolato è un dolce particolare, che saprà stupirvi per il suo sapore pur non contenendo ne burro ne olio. Ottimo quindi al mattino per una sana colazione, anche per chi è a dieta. Se non si vuole usare nemmeno ...



    La pastiera napoletana è un dolce tipico partenopeo preparato nel periodo pasquale. E' a base di pasta frolla ed è ripiena di ricotta, grano, canditi, uova. Ha un caratteristico aroma agrumato, che viene dalle bucce di arance e limoni e dall'acqua ai fiori d'arancio. ...



    I frollini sono biscotti semplicissimi da preparare, a base di pasta frolla e cosparsi di zucchero semolato. Si conservano ottimamente per 10-15 giorni in una scatola di latta o in un vaso chiuso ermeticamente. I frollini sono ottimi come biscotti da prima colazione, ma ...



    La cicerchiata è un dolce tipico di Carnevale, riconosciuto come Prodotto Agroalimentare Tradizionale per l'Abruzzo, le Marche ed il Molise, ma molto diffuso anche in Umbria e nel Lazio. L'impasto e la preparazione della cicerchiata sono molto simili a quello degli struffoli napoletani, che vengono ...



    Il ciambellone è il classico dolce a ciambella ideale per la prima colazione, la merenda o per concedersi un momento di dolcezza durante la giornata. Si conserva perfettamente per una settimana, ben coperto altrimenti tende a seccare. Il ciambellone può essere arricchito con gocce ...



    I muffin fondenti sono golosi dolcetti dalla caratteristica forma a cupola con un sapore molto spiccato di cacao, messo ancora di più in evidenza da una quantità di zucchero non troppo elevata. I muffin fondenti sono per veri estimatori del cacao perchè il loro ...



    La torta fondente al cioccolato è una golosissima torta al cioccolato fondente molto caratteristica. Contiene soltanto 2 cucchiai di farina e mette in risalto in modo particolare l'aroma e il profumo del cioccolato. Appena ritirata dal forno tenderà a sgonfiarsi: è normale. La bontà di ...



    Le coppe di mascarpone al caffé sono un dolce al cucchiaio tipico per il finepasto, molto semplice e veloce da preparare, dove il mascarpone viene aromatizzato al caffè e servito assieme alle nocciole tostate. Le coppe di mascarpone al caffé devono essere servite fredde, dopo essere ...



    1 commenti su questa ricetta

    Nadia ha detto:
    Io amo il Carnevale!!! E ancora di più con queste squisitezze...

    1 commenti su 1
     

    Lascia un commento!!!

    richiesto

    richiesto, non sarà pubblicato

    il tuo sito web