Spezzatino di vitello ai funghi

    0.0/5 (0 voti)

    Ricette secondi piatti carne

    Spezzatino di vitello ai funghi


    Lo spezzatino di vitello ai funghi è un ricco secondo piatto tipicamente autunnale e invernale, da servire con un buon pane casereccio, oppure con la polenta o il riso. Diventa così un piatto unico completo e gustoso. Potete prepararlo con i funghi che preferite. Se li trovate non fatevi mancare qualche porcino. Ne bastano anche pochi per dare quel sapore inconfondibile al piatto.

    Il taglio che preferisco per lo spezzatino è la spalla, il collo o la pancia del vitello. Se lo trovate optate per il "tenerone" o "reale", una grossa massa muscolare del collo, ricca di tessuto connettivo e quindi perfetta per la lenta cottura e per preparare lo spezzatino. Essendo una terza scelta ha inoltre un prezzo molto abbordabile.

    L'esatto tempo di cottura dello spezzatino di vitello ai funghi dipende molto dal tipo di carne e dalla temperatura. Considerate almeno un'ora, ma potrebbero essere anche due. Assaggiare per regolarsi al meglio.

    INGREDIENTI

    INFORMAZIONI

    • 2 persone
    • 400 Kcal a porzione
    • difficoltà media
    • pronta in 1 ora e ½
    • ricetta light

    In quanti siete?

    Dimmelo e ti ricalcolerò gli ingredienti!

        

    PREPARAZIONE

    • Pulire i funghi eliminando la parte terrosa del gambo con le radichette, spazzolare accuratamente con un pennello a setole rigide e strofinare con uno strofinaccio umido per togliere ogni residuo di terra. Tagliarli a pezzetti.
    • Tagliare il vitello in pezzi di 3-4 cm circa.
    • Spellare l'aglio e schiacciarlo con i denti di una forchetta.
    • Lavare il prezzemolo e tritarne le foglie con la mezzaluna su un tagliere.
    • Scaldare il brodo.
    • Mettere in una casseruola un filo d'olio e l'aglio spellato. Portarla sul fuoco e farlo ben dorare su fiamma vivace.
    • Unire i pezzi di vitello scottandoli un minuto per lato, giusto il tempo che prendano colore e si formi una deliziosa crosticina bruna. Mantenere la fiamma piuttosto vivace. Non deve ne comparire acqua sul fondo della padella (temperatura troppo bassa), ne fumare eccessivamente (temperatura troppo alta). In entrambi i casi la cottura ne risulterebbe compromessa. Girare la carne senza utilizzare utensili che possono pungerla, altrimenti si favorisce la fuoriuscita dei succhi interni, a discapito della morbidezza. Quando i pezzi di carne saranno ben rosolati metterli in una ciotola e scartare l'aglio.
    • Mettere nella casseruola il restante olio, quindi aggiungere i funghi.
    • Farli saltare qualche minuto a fiamma vivace, quindi sfumare con il vino.
    • Unire lo spezzatino, mescolare e unire tanto brodo quanto ne serve a coprire la carne, una manciata di origano, un pizzico di sale e cuocere per 1 ora a fiamma bassa, coperto, girando di tanto in tanto. Aggiungere altro brodo se il fondo di cottura dovesse asciugarsi troppo.
    • Trascorso il tempo di cottura aggiungere i pomodorini, girare e cuocere per altri 30 minuti.
    • Al termine della cottura unire una manciata di Parmigiano, mescolare, aggiungere una macinata di pepe, prezzemolo tritato e regolare di sale.
    • Servire immediatamente.

    STAGIONE

    Settembre, ottobre, novembre, dicembre.

    AUTORE

    Ricetta realizzata da . Fotografia di Giovanni Caprilli. Tutti i diritti riservati.

    I suggerimenti di barbara

    Se utilizzate funghi surgelati per questa preparazione non usate il vino. I funghi surgelati rilasciano infatti molta acqua durante la cottura, che farà da fondo, ma non è indicato unire anche il vino poichè la parte alcolica evaporerebbe con fatica dando un cattivo sapore al piatto.


    www.lospicchiodaglio.it


    Lascia un commento!!!

    richiesto

    richiesto, non sarà pubblicato

    il tuo sito web