Trova ricetta

Torta salata spinaci e ricotta

    4.8/5 (35 voti)

    Ricette Torte salate

    Torta salata spinaci e ricotta


    La torta salata spinaci e ricotta è una torta salata preparata con la pasta sfoglia, ripiena di ricotta e spinaci, uovo e Parmigiano. E' veramente ottima e il sapore degli spinaci viene messo particolarmente in risalto.

    La torta salata spinaci e ricotta si può preparare anche con la pasta sfoglia già pronta che si acquista in rotoli già stesi al supermercato, nel banco frigo.

    Una volta pronta la torta salata spinaci e ricotta si conserva ottimamente in frigorifero per un paio di giorni. Si può gustare anche fuori casa o in un picnic.

    INFORMAZIONI

    • 8 persone
    • 450 Kcal a porzione
    • difficoltà media
    • pronta in 1 ora
    • si può preparare in anticipo
    • si può mangiare fuori

    INGREDIENTI

    In quanti siete?

    Dimmelo e ti ricalcolerò gli ingredienti!

        

    VARIANTE VEGETARIANA

    Sei vegetariano e vuoi realizzare questa ricetta?

    Utilizza un formaggio da grattugia vegetariano al posto del Parmigiano Reggiano.


    PREPARAZIONE

    1. Pulire gli spinaci selezionando le foglie, scartando tutti i gambi e sciacquare abbondantemente in acqua fresca corrente. Metterli in una capace pentola, portarli sul fuoco e farli bollire a fuoco moderato per 10 minuti. Non aggiungere altra acqua che non quella che resta sulle foglie dopo il lavaggio. A metà cottura unire un pizzico di sale.
    2. Quando cotti, mettere gli spinaci in un colino e pestarli con un cucchiaio in modo da strizzarli e levare i residui d'acqua.
    3. Tritarli finemente con la mezzaluna sul tagliere.
    4. In una terrina mescolare gli spinaci, la ricotta, il Parmigiano Reggiano grattugiato, le uova sbattute (tenendone da parte un poco per pennellare la superficie), un pizzico di sale, uno di maggiorana e una macinata di pepe.
    5. Foderare una placca da forno di forma circolare da 25-28 cm di diametro con carta da forno leggermente inumidita affinché diventi più malleabile.
    6. Dividere a metà la pasta sfoglia e stenderla in due dischi sottili. Se si usa quella pronta, utilizzare due rotoli di quella tonda.
    7. Adagiare il primo disco di pasta sfoglia nella placca foderandola completamente anche lungo i bordi e punzecchiarne il fondo con i denti di una forchetta.
    8. Cospargere uniformemente il composto di spinaci e livellarlo con una spatola piatta.
    9. Coprire con la restante pasta sfoglia sigillando bene i bordi.
    10. Punzecchiare anche la superficie e spennellare con l'uovo tenuto da parte.
    11. Infornare nel forno preriscaldato a 200°C per 25-30 minuti. Se necessario prolungare di qualche minuto la cottura fino ad ottenere una pasta uniformemente dorata.
    12. Servire tiepida.

    STAGIONE

    Gennaio, febbraio, marzo, dicembre.

    AUTORE

    Ricetta realizzata da Barbara Farinelli, basandosi su una ricetta di Lina Ciccone di Bologna. Fotografia di Giovanni Caprilli. Tutti i diritti riservati.


    www.lospicchiodaglio.it


    Ricette correlate


    La torta salata gorgonzola, pera e noci è una torta salata a base di pasta sfoglia che unisce il sapore deciso del gorgonzola con quello dolce delle pere, il tutto con la nota croccante delle noci. Il risultato è un mix davvero speciale. La ...



    La torta salata broccoli e cavolfiori è una torta a base di pasta sfoglia dal sapore complesso e raffinato, dato dalla combinazione dei cavolfiori, dei broccoli, del Gruyere e della besciamella. E' un ottimo secondo sostanzioso e completo, ma non troppo calorico, da servire con ...



    La torta alla bida è una torta salata a base di bietola, scalogni, formaggio e uova. E' molto morbida e ricca di verdura, che è predominante rispetto alle uova. Con la sua crosticina dorata e leggermente croccante è un ottimo secondo piatto, da servire assieme ...



    Lo strudel ai cipollotti è una torta salata tipicamente primaverile, da preparare con i cipollotti novelli, che in questa stagione sono nel pieno del loro sapore. Assieme a crescenza, pangrattato e mandorle danno a questa torta salata un sapore unico. Lo strudel ai cipollotti può essere un gustoso ...



    La crostata di patate al Taleggio è una torta salata a base di pasta brisè, che viene farcita di patate, latte e Taleggio, aromatizzata con erba cipollina. La crostata di patate al Taleggio si può servire come secondo piatto, accompagnata da prosciutto crudo o ...



    Il tortino di patate al rosmarino è una torta salata a base di fettine di patate, rosmarino e una crema di formaggio preparata con latte, panna, Parmigiano Reggiano e noce moscata. Un secondo piatto ricco e completo, adatto anche ad essere servito come antipasto, tagliato ...



    La torta salata patate e formaggio di Malga è una torta salata con la pasta sfoglia il cui ripieno è a base di patate e formaggio di Malga, nel mio caso acquistato negli alpeggi trentini. Poichè si trova difficilmente al di fuori della zona di produzione, è ...



    La torta salata ai carciofi è una torta salata preparata con una base di pasta brisè e un ripieno di carciofi e scamorza affumicata, dal sapore veramente unico e gustoso. La torta salata ai carciofi, chiamata dai francesi "quiche", è ottima anche come antipasto, servita ...



    8 commenti su questa ricetta

    Barbara Farinelli ha detto:
    @emilia giuseppina festa: che bello quando la cucina ci rievoca questi ricordi... <3

    emilia giuseppina festa ha detto:
    ok ottima: MI RICORDA LA NONNA MATERNA

    Barbara Farinelli ha detto:
    @antonia: nella produzione del Parmigiano Reggiano, per disciplinare, viene utilizzato il caglio animale. Per ottenerlo è necessaria l’uccisione dell’animale, esattamente come per ottenerne la carne. Non si tratta quindi di un derivato come il latte o come le uova. Per questo il Parmigiano non è considerato un formaggio vegetariano. Si possono trovare delle alternative al Parmigiano che utilizzano caglio vegetale. Purtroppo delle liste ufficiali non ci sono, ma in internet potrai trovare numerose liste realizzate da volenterosi vegetariani che chiamano i produttori per farsi dare indicazioni sul tipo di caglio utilizzato.
    Di tutto questo puoi trovare numerosi chiarimenti sul sito della Società Scientifica di Nutrizione Vegetariana. Ti lascio alcuni link:
    http://www.scienzavegetariana.it/
    http://www.scienzavegetariana.it/medici/domande/risposta192.html

    antonia ha detto:
    i vegetariani lo mangiano il parmigiano reggiano, sono i vegani a non mangiarlo, poichè non mangiano ingredienti di origine animale,
    fonte: sono vegetariana.

    Barbara Farinelli ha detto:
    @Maria luisa: poi facci sapere come ti sei trovata! :-)

    Maria luisa ha detto:
    Provero' tutte le vostre ricette

    Barbara Farinelli ha detto:
    Ottimo suggerimento per una gustosissima variante! :-)

    lory ha detto:
    Nessun commento, solo io aggiungo agli ingredienti da voi descritti una bella cipolla grande, tagliata grossolanamente e prima fatta appassire in un tegame con un filo di olio di oliva. Ciao a tutti e complimenti vivissimi

    8 commenti su 8
     

    Lascia un commento!!!

    richiesto

    richiesto, non sarà pubblicato

    il tuo sito web