Trova ricetta

Branzino al cartoccio

    5.0/5 (2 voti)

    Ricette secondi piatti pesce

    Branzino al cartoccio


    Il branzino al cartoccio è una delle ricette più utilizzate per la preparazione del branzino perchè è molto semplice, ma al tempo stesso capace di mettere in risalto la morbidezza e il sapore del pesce.

    Il branzino al cartoccio si può preparare sia con un branzino di medie dimensioni ogni due persone, sia con piccoli branzini monoporzione. Se si cuociono più branzini contemporaneamente occorre aggiustare il tempo di cottura o la temperatura del forno. Aggiungere mediamente 10 minuti a branzino, oppure alzare la temperatura a 220°C.

    INFORMAZIONI

    • 2 persone
    • 300 Kcal a porzione
    • difficoltà facile
    • pronta in 45 minuti
    • ricetta light
    • si può preparare in anticipo
    • si può mangiare fuori

    INGREDIENTI

    In quanti siete?

    Dimmelo e ti ricalcolerò gli ingredienti!

        

    PREPARAZIONE

    1. Lavare accuratamente il branzino, praticare una apertura sulla pancia per rimuovere le viscere e squamarlo.
    2. Mettere nella pancia un rametto di rosmarino, uno spicchio di aglio affettato, un pizzico di sale grosso ed un filo d'olio di oliva.
    3. Tagliare un foglio di carta stagnola lungo una decina di centimetri in più del branzino.
    4. Disporre sul foglio di carta stagnola un filo d'olio, spennellarlo accuratamente, quindi disporvi il pesce.
    5. Cospargere il pesce con un filo di olio di oliva, una macinata di pepe, un pizzico di sale e decorare con un rametto di rosmarino.
    6. Chiudere il cartoccio sovrapponendo un altro foglio di alluminio e sigillare accuratamente lungo i bordi.
    7. Infornare nel forno preriscaldato a 200°C per 30 minuti.
    8. Servire immediatamente.

    CONTORNO DI ABBINAMENTO IDEALE

    Patate, carote, fagiolini, insalata

    STAGIONE

    Marzo, aprile, maggio, giugno, luglio, agosto, settembre, ottobre, novembre.

    AUTORE

    Ricetta realizzata da Barbara Farinelli. Fotografia di Giovanni Caprilli. Tutti i diritti riservati.

    I suggerimenti di barbara

    Se dovesse avanzare, sfilettare il pesce e metterlo in un piatto. Condirlo con olio, limone, sale e pepe. Ben coperto si conserva in frigorifero per un paio di giorni circa. Prima di consumarlo è bene però lasciarlo almeno per mezz'ora a temperatura ambiente. Non riscaldarlo, prenderebbe un cattivo sapore.


    www.lospicchiodaglio.it


    Ricette correlate


    I tranci di salmone al vino sono gustosi tranci di salmone cotti in padella con un trito di aglio, prezzemolo e vino bianco secco. La cottura lenta e delicata permette di mantenere sapore e morbidezza. I tranci di salmone al vino si conservano per un ...



    L'insalata di mare è un fresco piatto a base di molluschi e crostacei lessi o cotti a vapore e conditi con un'emulsione di olio, limone ed erbe aromatiche. Nella versione che vi proponiamo noi abbiamo scelto di mettere polpo, gamberetti, seppie e calamari. Sono molto ...



    Il pesce spada con cipolle in agrodolce è un secondo piatto a base di pesce in cui il protagonista è il pesce spada, marinato con vino, aglio e origano e cotto alla piastra, con un accompagnamento di cipolle rosse in agrodolce. Il pesce spada ...



    L'insalata di seppie e finocchi è un secondo piatto a base di seppie, finocchi, olive nere ed erba cipollina da gustare tiepida o fredda. E' semplice da preparare, molto gustosa e piuttosto leggera. Questa insalata può essere anche un perfetto piatto unico, soprattutto se accompagnata ...



    La coda di rospo ai pomodorini è una ricetta per la preparazione della coda di rospo in umido, con pomodorini, olive nere e origano. E' ottima gustata con fettone di pane casereccio oppure polenta bianca, ottima con il pesce. Per la preparazione della coda ...



    4 commenti su questa ricetta

    Barbara Farinelli ha detto:
    @viola: grazie! :-)

    viola ha detto:
    Le vostre ricette sono veramente buonissime saltuarie complimenti!

    Chefdeimieistivali ha detto:
    In Alternativa consiglio di sfilettare il pesce e di cuocerlo al cartoccio con un filo di olio, qualche fogliolina di timo e zeste di limone. In questo caso bastano circa 10 minuti a 180 gradi. Un'alternativa "estiva", cioè senza accendere il forno, può essere quello di cuocerlo in acqua pazza o in un court bouillon sempre aromatizzato al limone.
    Stefano

    Cinzia ha detto:
    Ricetta provata: perfetta! Semplicissima e gustosa. Ottimi i suggerimenti per cottura: temperatura e tempo in caso di cottura multipla e contemporanea. Suggerisco aggiunta di sfilacci di buccia di limone nel ventre del pesce, con rosmarino o sostituzione rosmarino con prezzemolo per un sapore più "estivo"

    4 commenti su 4
     

    Lascia un commento!!!

    richiesto

    richiesto, non sarà pubblicato

    il tuo sito web