Trova ricetta

Risotto al radicchio rosso

    4.3/5 (10 voti)

    Ricette primi piatti verdura

    Risotto al radicchio rosso


    Il risotto al radicchio rosso è un primo piatto di riso dal sapore inconfondibile, delicatamente amarognolo, tipico del radicchio rosso che viene bene equilibrato dalla mantecatura al Parmigiano.

    Il risotto al radicchio rosso è un risotto con i colori e gli aromi tipici della stagione autunnale, quando il radicchio rosso arriva fresco e squisito sul mercato e sulle nostre tavole. Ottimo però per tutto l'inverno fino a inizio primavera.

    INFORMAZIONI

    • 2 persone
    • 450 Kcal a porzione
    • difficoltà facile
    • pronta in 45 minuti
    • ricetta light

    INGREDIENTI

    In quanti siete?

    Dimmelo e ti ricalcolerò gli ingredienti!

        

    VARIANTE VEGETARIANA

    Sei vegetariano e vuoi realizzare questa ricetta?

    Per una variante vegetariana sostituire il Parmigiano con un formaggio da grattugia vegetariano. Per quella vegan ometterlo.


    PREPARAZIONE

    1. Pulire il radicchio scartando le foglie più esterne e affettarlo grossolanamente.
    2. Lavarlo e asciugarlo con uno strofinaccio pulito o con la centrifuga da insalata.
    3. Tritarlo grossolanamente con un grande coltello su un tagliere.
    4. Scaldare il brodo.
    5. In una pentola da minestra mettere l'olio e tritare lo scalogno molto finemente.
    6. Portare la pentola sul fuoco e far soffriggere a fiamma bassa.
    7. Quando lo scalogno sarà ben dorato, alzare la fiamma, unire il riso e farlo tostare per un minuto.
    8. Bagnare con il vino e lasciarlo evaporare completamente.
    9. Unire 4-5 mestoli di brodo bollente e impostare il timer secondo i minuti di cottura del tipo di riso che si sta usando (solitamente 15-18 minuti).
    10. Continuare unendo il brodo man mano che viene assorbito, mescolando di tanto in tanto, senza lasciare che il composto si asciughi troppo, altrimenti cuocerebbe male ed in modo discontinuo.
    11. 5 minuti prima della fine del tempo di cottura del riso, unire il radicchio e regolare di sale.
    12. Mescolare continuamente fino a fine cottura.
    13. Spegnere il fuoco, mantecare con il Parmigiano grattugiato e tenere coperto per un paio di minuti prima di servirlo.

    STAGIONE

    Gennaio, febbraio, marzo, ottobre, novembre, dicembre.

    AUTORE

    Ricetta realizzata da Barbara Farinelli. Fotografia di Giovanni Caprilli. Tutti i diritti riservati.


    www.lospicchiodaglio.it


    Ricette correlate


    Il minestrone di bulgur è una zuppa di verdure in cui viene fatto cuocere il burghul, frumento germogliato che viene seccato e tritato grossolanamente. E' un cereale integrale e come tale ricco di sostanze nutritive quali sali minerali e vitamine. In commercio si trova generalmente ...



    La pasta piselli e peperoni è un primo piatto tipico della tarda primavera, che è ottimo però anche in estate perchè può essere consumato come pasta fredda. Se non si trovano i piselli freschi, vanno benissimo quelli surgelati, che si cucinano allo stesso modo. ...



    La pasta zucca e pancetta è un primo piatto in cui il sapore dolce della zucca si sposa con quello sapido della pancetta, dando un gusto speciale alla ricetta. La zucca è presente in due consistenze: quella cremosa e quella cubettata, che contrastano creando un piacevole ...



    La pasta alla crema di peperoni è un primo piatto leggero, colorato, semplice da preparare e ricco di vitamine e sali minerali. Tipicamente estivo, si prepara in meno di un'ora. La pasta alla crema di peperoni ha una componente cremosa, ottenuta frullando i peperoni ...



    Il minestrone bulgur e quinoa è una zuppa calda preparata con verdure miste dell'orto e cereali. Contenendo anche legumi, è un piatto unico completo molto sano e nutriente. Al posto delle verdure fresche, per la preparazione del minestrone bulgur e quinoa, è possibile utilizzare verdure ...



    La pasta con i fagioli freschi è una classica pasta e fagioli preparata a fine estate, quando si trovano i fagioli freschi da sgranare. E' leggera e saporita, adatta alla cucina di tutti i giorni. La pasta con i fagioli freschi è un ottimo piatto unico, ...



    Il risotto agli asparagi è un gustoso risotto da servire come primo piatto, in cui il riso mette bene in risalto il sapore unico degli asparagi. Il risotto agli asparagi è un piatto tipico del periodo primaverile, quando gli asparagi sono nel pieno del ...



    18 commenti su questa ricetta

    Barbara Farinelli ha detto:
    @Luigi: il brodo deve essere vegetale, dal sapore leggero. Il Parmigiano nelle dosi indicate in ricetta. Se però hai realizzato questo risotto in agosto è facile che il problema sia proprio il radicchio, che è una verdura prettamente invernale. Comincia a essere buono e saporito a partire dal mese di ottobre. Riprova quando sarà il momento giusto!

    Luigi ha detto:
    Ciao, sono un universitario alle prime armi con la cucina, ho provato a realizzare la ricetta ma il sapore del radicchio proprio non si sentiva, era coperto... Dove posso aver sbagliato? La quantità di radicchio mi sembrava più che sufficiente, ho forse messo troppo parmigiano nella mantecatura o troppo brodo nella cottura?
    Ciao, e grazie per la ricetta

    nadia ha detto:
    @Nadia: non sono la stessa Nadia della ricetta ma ti rispondo lo stesso, sono d'accordo, con le idee di Nadia ciao

    Nadia ha detto:
    @fabio: secondo me ognuno deve essere libero di seguire le proprie idee, rispettando quelle degli altri. Però è giusto dare le indicazioni per tutti!

    Barbara Farinelli ha detto:
    @Giuliana: ottimo!

    Giuliana ha detto:
    Il parmigiano puo' essere sostituito, invece che omesso, da scaglie di lievito/ enjoy ;)

    Barbara Farinelli ha detto:
    @Mario: ciao Mario, io sono onnivora nel vero senso della parola, perchè mangio veramente di tutto, ma preparo volentieri piatti vegetariani e vegan, nel rispetto di chi la pensa diversamente. Mando quindi un abbraccio a tutti gli amici vegetariani e vegan! :-*

    Barbara Farinelli ha detto:
    @Stefania: secondo le indicazioni della Società Italiana di Nutrizione Vegetariana, sono da escludersi anche tutti i formaggi che utilizzano caglio animale, perchè per ottenerlo ne è necessaria l'uccisione, proprio come per ottenerne la carne. Il Parmigiano Reggiano utilizza caglio animale. Per questo anche i vegetariani devono sostituirlo con un formaggio da grattugia con caglio vegetale. Non sono scelte mie, ma indicazioni che seguo :-)

    Trovi tutte le info qui:
    http://www.scienzavegetariana.it/

    Un caro saluto!

    18 commenti su 18
     

    Lascia un commento!!!

    richiesto

    richiesto, non sarà pubblicato

    il tuo sito web