Trova ricetta

Risotto agli spinaci

    4.0/5 (6 voti)

    Ricette primi piatti verdura

    Risotto agli spinaci


    Il risotto agli spinaci è un primo piatto a base di riso e spinaci molto conosciuto e semplice da preparare. Se realizzato nella stagione in cui si trovano gli spinaci freschi, è veramente ottimo e particolarmente aromatico.

    Il risotto agli spinaci prende il suo particolare sapore dal burro utilizzato per il soffritto e dal Parmigiano impiegato per mantecarlo. E' possibile però realizzarne una versione vegetariana utilizzando formaggio da grattugia vegetariano.

    INFORMAZIONI

    • 2 persone
    • 435 Kcal a porzione
    • difficoltà facile
    • pronta in 30 minuti
    • ricetta light

    INGREDIENTI

    In quanti siete?

    Dimmelo e ti ricalcolerò gli ingredienti!

        

    VARIANTE VEGETARIANA

    Sei vegetariano e vuoi realizzare questa ricetta?

    Utilizza un formaggio da grattugia vegetariano al posto del Parmigiano. Per una variante vegan usa olio di oliva al posto del burro e ometti il Parmigiano.


    PREPARAZIONE

    1. Pulire gli spinaci accertandosi che siano stati scartati tutti i gambi e sciacquare abbondantemente le foglie in acqua fresca corrente. Metterli in una capace pentola, portarli sul fuoco e farli bollire a fuoco moderato per 5 minuti. Non aggiungere altra acqua che non quella che resta sulle foglie dopo il lavaggio. A metà cottura unire un pizzico di sale.
    2. Quando cotti, mettere gli spinaci in un colino e pestarli con un cucchiaio in modo da strizzarli e levare i residui d'acqua.
    3. Tritarli finemente con la mezzaluna sul tagliere.
    4. Scaldare il brodo.
    5. In una pentola da minestra mettere il burro, farlo sciogliere e mettervi lo scalogno tritato molto finemente, da far soffriggere a fiamma bassa.
    6. Quando lo scalogno sarà ben dorato alzare la fiamma, unire il riso e lasciarlo tostare per un minuto.
    7. Unire 4-5 mestoli di brodo bollente e impostare il timer secondo i minuti di cottura del tipo di riso che si sta usando (solitamente 15-18 minuti).
    8. Continuare unendo il brodo man mano che viene assorbito, mescolando di tanto in tanto, senza lasciare che il composto si asciughi troppo, altrimenti cuocerebbe male ed in modo discontinuo.
    9. 5 minuti prima della fine del tempo di cottura del riso, unire gli spinaci, mescolare e portare a fine cottura.
    10. Spegnere il fuoco, unire il Parmigiano Reggiano grattugiato tenendone un pochino da parte per decorare, mescolare accuratamente e far riposare per un minuto.
    11. Servire decorando con il Parmigiano tenuto da parte.

    STAGIONE

    Gennaio, febbraio, marzo, dicembre.

    AUTORE

    Ricetta realizzata da Barbara Farinelli. Fotografia di Giovanni Caprilli. Tutti i diritti riservati.


    www.lospicchiodaglio.it


    Ricette correlate


    La pasta piselli e stracchino è un primo piatto primaverile semplicissimo da preparare, veloce e poco calorico. Va preparata solo con i piselli freschi, da sgranare al momento. Se usate piselli in scatola o surgelati perdete l'effetto della doppia consistenza fra la crema di piselli ...



    La zuppa di verdure autunnali è una zuppa preparata con verdure dell'orto tipiche dei mesi autunnali e invernali, quando il consumo di minestre calde è molto piacevole e salutare. Questa zuppa di verdure autunnali è ricca di verdure che apportano nutrienti importanti quali vitamine e ...



    I cannelloni ricotta e spinaci sono un classico della cucina italiana, in cui i cannelloni vengono farciti con un ripieno di ricotta e spinaci, conditi con la besciamella e gratinati nel forno. Il tempo di preparazione dei cannelloni ricotta e spinaci è stato calcolato ...



    Gli gnocchi di melanzane al pomodoro fresco sono gnocchi tipicamente estivi nel cui impasto, oltre alle patate, c'è la polpa di melanzane aromatizzata con spezie e origano. Sono un po' elaborati da preparare, ma vi ripagheranno con un sapore unico, messo ancora di più in ...



    Le tagliatelle ai funghi sono un primo piatto classico della cucina italiana, in cui le tagliatelle emiliane incontrano un sugo bianco di funghi porcini o misti a piacere. La mia versione non prevede l'utilizzo della panna, spesso presente in questa ricetta, perchè mi piace che ...



    I cappellacci di zucca sono una tipica ricetta ferrarese, ormai un simbolo della città, tantoché nel 2016 ha acquisito il marchio IGP. La ricetta dei cappellacci di zucca ha origine nel Rinascimento, alla corte del Duca Alfonso II d'Este. Ne esistono testimonianze scritte che risalgono al 1584 poichè ...



    L'insalata di riso ai pomodori secchi è una fresca insalata estiva, in cui il riso viene aromatizzato con un trito di rucola, pomodori secchi, pinoli e pecorino romano. Assieme alle mozzarelline, si completa un piatto unico adatto per un pranzo fuori casa, in spiaggi o ...



    La zuppa di cipolle aromatizzata allo speck è una zuppa tipica delle zone montane del Trentino e dell'Alto Adige. Preparata in diverse varianti, è un piatto che scalda e dà sostanza, anche se la versione che vi propongo è un po' alleggerita. Per la gratinatura occorrerebbe del ...



    8 commenti su questa ricetta

    Barbara Farinelli ha detto:
    @Pippo: grazie! E in bocca al lupo per tutto!

    Pippo ha detto:
    Grazie per le ricette,comode per chi rimane momentaneamente solo,e non sa destreggiarsi molto!c

    Barbara Farinelli ha detto:
    @stefania: secondo me è un buon metodo anche questo. La temperatura cui li sottoponi è un pochino più elevata, ma credo sia ininfluente. Chiederò un parere ai nostri nutrizionisti ;-)

    stefania ha detto:
    ciao
    io ogni tanto lo faccio ma gli spinaci li metto direttamente crudi e tritati nel soffritto con la cipolla... così non perdo l'acqua che rilasciano che è ricca di vitamine... dici che sbaglio?

    Barbara Farinelli ha detto:
    @francesca: essendo gli spinaci già cotti, ma in modo delicato, per preservarne sapore e caratteristiche nutrizionali, se li metti verso la fine li preservi meglio.

    francesca ha detto:
    Io unirei gli spinaci durante la cottura e non alla fine

    Barbara Farinelli ha detto:
    @Nicole: non è proprio la stessa cosa. Il Parmigiano è un formaggio da grattugia, molto saporito, che dà struttura al risotto e che lo asciuga. Il Philadelphia è un formaggio fresco, dal sapore delicato e acidulo. Puoi metterlo, ma darà un effetto diverso, cremoso e lascerà il risotto più acquoso. Secondo me dovrebbe comunque stare bene. :-)

    Nicole ha detto:
    Ciao, volevo sapere se al risotto con gli spinaci posso mettere la philadelfia invece del parmigiano.
    Grazie

    8 commenti su 8
     

    Lascia un commento!!!

    richiesto

    richiesto, non sarà pubblicato

    il tuo sito web