Trova ricetta

Pasta e fagioli saporita

    5.0/5 (2 voti)

    Ricette primi piatti verdura

    Pasta e fagioli saporita


    La pasta e fagioli saporita è una classica pasta e fagioli contadina, molto saporita, perchè nella base del soffritto troviamo la pancetta e viene fatta una mantecatura finale con il Parmigiano

     

    La pasta e fagioli saporita che vi proponiamo è preparata con fagioli secchi, ma a fine estate si può preparare con i fagioli freschi. Il procedimento è lo stesso, non occorre ovviamente l'ammollo :-)

    INFORMAZIONI

    • 2 persone
    • 620 Kcal a porzione
    • difficoltà media
    • pronta in 2 ore

    INGREDIENTI

    In quanti siete?

    Dimmelo e ti ricalcolerò gli ingredienti!

        

    PREPARAZIONE

    1. La preparazione di questa ricetta inizia 12 ore prima, quando bisogna mettere i fagioli in ammollo in abbondante acqua fresca.
    2. Terminato l'ammollo scolare i fagioli, sciacquarli e metterli in una capace pentola assieme alle foglie di salvia ben lavate e all'aglio spellato. Preferire spicchi di grande dimensione, così potranno essere eliminati facilmente a fine cottura.
    3. Aggiungere tanta acqua fredda quanta ne basterà a coprire tutti i fagioli per almeno quattro dita.
    4. Coprire, mettere sul fuoco e cuocere per 1 ora dall'inizio del bollore. Tenere la pentola coperta, la fiamma bassa e girare di tanto in tanto. Se l'acqua messa non è abbastanza aggiungerne altra, ma che sia molto calda. Se si interrompe la cottura, infatti, le bucce diventeranno dure.
    5. A 10 minuti dalla fine del tempo indicato unire un pizzico generoso di sale grosso e ultimare la cottura.
    6. Passata l'ora, assaggiare acqua di cottura e fagioli. Devono essere ben cotti e saporiti. Proseguire se non fossero morbidi e valutare se regolare di sale.
    7. Scolare i fagioli conservando il liquido di cottura. Eliminare l'aglio.
    8. Mettere metà fagioli da parte e passare gli altri nel passaverdure aiutandosi con qualche mestolo di acqua di cottura. Mettere l'acqua di cottura rimanente in una pentola sul fuoco. Andrà tenuta sempre a leggero bollore.
    9. Fare un battuto fine con la pancetta.
    10. Tritare molto finemente sedano, carota e cipolla.
    11. In una pentola da minestra mettere l'olio, il trito di verdure, la pancetta e portarla sul fuoco.
    12. Far soffriggere a fiamma dolce per almeno una decina di minuti, aggiungendo un po' di acqua di cottura dei fagioli. Il soffritto è pronto quando le verdure saranno ben cotte e perderanno consistenza sotto i denti.
    13. Alzare la fiamma, far asciugare il fondo di cottura, quindi unire i fagioli interi. Mescolare bene e lasciare insaporire qualche minuto a fiamma vivace. Unire i fagioli frullati, metà acqua di cottura dei fagioli, girare e lasciare riprendere il bollore. Regolare di sale. In questa fase la minestra deve risultare molto saporita perchè deve cedere sapore alla pasta.
    14. Quando ha ripreso il bollore buttare la pasta e cuocere mescolando spesso con un cucchiaio di legno, secondo il tempo di cottura del formato scelto. Aggiungere la restante acqua di cottura dei fagioli se la minestra tende ad asciugarsi troppo. Tenerla piuttosto liquida perchè a fine cottura tenderà ad addensarsi.
    15. Nel frattempo lavare il prezzemolo, selezionarne le foglie e tritarle con la mezzaluna su un tagliere.
    16. Spegnere il fuoco, regolare di sale, profumare con  una macinata di pepe ed il prezzemolo tritato.
    17. Unire quindi il Parmigiano e mescolare bene.
    18. Lasciare intiepidire 5 minuti con il coperchio e servire con un filo d'olio a crudo.

    PASTA DI ABBINAMENTO IDEALE

    Maltagliati, tubetti

    STAGIONE

    Ricetta per tutte le stagioni.

    AUTORE

    Ricetta realizzata da Barbara Farinelli. Fotografia di Giovanni Caprilli. Tutti i diritti riservati.

    I suggerimenti di barbara

    Le famiglie contadine, al posto del Parmigiano grattugiato (più pregiato) mettevano nella pasta e fagioli le croste del Parmigiano. In genere si puliscono bene, quindi si bollono 5 minuti e poi si tagliano a striscioline. Si aggiungono quando si butta la pasta. E' ottima anche per utilizzare il Parmigiano grattugiato quando è un po' secco perchè è rimasto un po' troppo in frigo, oppure quando è la parte molto vicina alla crosta.


    www.lospicchiodaglio.it


    Ricette correlate


    La zuppa d'orzo e cavolfiore è una minestra calda a base di cavolfiore bianco, ma si può utilizzare con lo stesso risultato anche quello giallo, violetto oppure il broccolo romanesco. Allo stesso modo il cereale scelto, l'orzo, può essere sostituito con farro o un mix ...



    Il riso con le lenticchie è un'ottima minestra tipica dei mesi freddi autunnali e invernali, molto rustica e gustosa, che ricorda le buone zuppe di una volta. Le lenticchie non vanno messe in ammollo, ma cucinate così come sono. Il riso con le lenticchie ...



    La pasta ai pomodori verdi è un primo piatto velocissimo da preparare perchè il condimento, a base di pomodori verdi cubettati, cuoce per appena 5 minuti sotto il grill del forno. La pasta poi si condisce in ciotola e si serve assieme a scaglie di ...



    I tagliolini alla cinese sono un piatto preparato con i tagliolini all'uovo della tradizione italiana, che vengono però ripassati in padella con verdure e salsa di soia, alla maniera cinese. Un curioso e azzeccato accostamento di sapori. I tagliolini alla cinese sono un ottimo ...



    La pasta asparagi e pancetta è un primo piatto primaverile in cui gli asparagi cuociono in padella assieme a pancetta affumicata e aglio, per formare un sughetto delizioso in cui condire la pasta. La pasta asparagi e pancetta è ottima anche fredda. In tal ...



    Le lasagne crema di robiola e funghi porcini sono un ricco primo piatto adatto alle feste o alle occasioni speciali. Si possono preparare sia con le lasagne fresche, sia con quelle secche che si comprano già pronte e che abbreviano di molto la preparazione del ...



    La pasta con pomodorini al forno e scamorza è una pasta al forno tipicamente estiva, preparata con pomodorini Pachino o datterini, ma io spesso uso un po' e un po' perchè mi piace il contrasto fra i due sapori. Per gratinarli nel forno si possono ...



    1 commenti su questa ricetta

    Ficie ha detto:
    Sembra un'ottima variante! Il pdf, peró, purtroppo non si apre correttamente :-)

    1 commenti su 1
     

    Lascia un commento!!!

    richiesto

    richiesto, non sarà pubblicato

    il tuo sito web