Questo sito contribuisce alla audience di

Cavolini di Bruxelles

Ingredientiortaggi

Cavolini di Bruxelles

CARATTERISTICHE

I cavolini di Bruxelles, chiamati anche cavoletti, sono i germogli del cavolo di Bruxelles, pianta della famiglia delle Crocifere. Hanno una dimensione molto piccola, più o meno quella di una noce, e sono strettamente incappucciati, piuttosto sodi e compatti, dal colore chiaro.

Si trovano sul mercato da fine settembre (per le varietà precoci), fino a marzo per la varietà tardiva. I migliori si trovano però nel pieno periodo invernale.

STAGIONE

gennaio, febbraio, ottobre, novembre, dicembre.

MESE MIGLIORE

gennaio, dicembre.

PROPRIETÀ NUTRITIVE

I cavolini di Bruxelles sono ricchi di potassio, ma contengono anche sodio, calcio, fosforo e vitamine A e C.

PARTE EDIBILE

80 %

CALORIE

37 Kcal per 100g di prodotto.

COME SCEGLIERE

I cavolini di Bruxelles devono avere forma compatta, essere sodi e ben incappucciati, avere le foglie consistenti e carnose, di un bel colore vivace. Quelli aperti hanno pochissimo sapore.

COME CONSERVARE

Conservare i cavolini di Bruxelles in frigorifero nello scomparto della frutta e verdura. È un ortaggio resistente, che si mantiene 4-5 giorni.

COME PULIRE

Scartare le foglie più esterne se rovinate e lavarli bene sotto acqua fresca corrente. Proseguire quindi secondo ricetta. Se si preparano interi occorre in genere regolare la base ed inciderla con un coltello per facilitarne la cottura.

PRINCIPALI METODI DI COTTURA

Il principale metodo di cottura di base è la lessatura, che permette anche al cavolino di perdere parte del suo sapore amarognolo. In tal caso buttarli in acqua bollente salata e cuocerli per 15 minuti circa a pentola scoperta.
Sono ottimi anche a vapore, cotti per 20 minuti circa.

DOSI PER PERSONA

6

NOTE

-

APPROFONDIMENTI



www.lospicchiodaglio.it