Trova ricetta

Crema alla vaniglia con fragole sciroppate

    5.0/5 (2 voti)

    Ricette frutta e dolci

    Crema alla vaniglia con fragole sciroppate


    La crema alla vaniglia con fragole sciroppate è un goloso dessert a base di frutta da preparare in coppette o bicchieri monoporzione. E' ottimo in primavera o all'inizio dell'estate, quando le fragole sono nel pieno del loro sapore. Siccome vanno sciroppate, questo dessert è perfetto anche per recuperare fragole un po' avanti con la maturazione, togliendo le parti ammaccate o rovinate.

    Le coppette di crema alla vaniglia con fragole sciroppate vanno preparate con qualche ora di anticipo e lasciate in frigorifero. Si conservano al massimo per 1 giorno e vanno servite fredde. Sono un dolce abbastanza leggero, considerate le calorie medie di una fetta di torta. Ottimo per riservarsi una piccola trasgressione!

    INFORMAZIONI

    • 4 persone
    • 290 Kcal a porzione
    • difficoltà facile
    • pronta in 30 minuti
    • ricetta vegetariana

    INGREDIENTI

    Per la preparazione delle fragole

    Per la preparazione della crema alla vaniglia

    Per completare la preparazione

    In quanti siete?

    Dimmelo e ti ricalcolerò gli ingredienti!

        

    PREPARAZIONE

    Preparazione delle fragole sciroppate

    1. Lavare le fragole, togliere il picciolo, tagliarle a pezzi.
    2. Mettere in un pentolino antiaderente lo zucchero e stemperarlo con l'acqua. Portarlo sul fuoco e lasciarlo sobbollire per 10 minuti a fiamma media coperto.
    3. Unire le fragole, mescolare bene e cuocere per 20 minuti a fiamma media mescolando di tanto in tanto.
    4. Quando mancano 5 minuti alla fine della cottura alzare appena la fiamma.
    5. Mettete le fragole sciroppate in una ciotola e fatele raffreddare.

    Preparazione della crema alla vaniglia

    1. Mettere il latte in un pentolino.
    2. Appiattire bene i baccelli di vaniglia, inciderli per tutta la lunghezza, aprirli e prelevare i semi all'interno raschiandoli via con un cucchiaino o con il retro della lama di un coltello.
    3. Mettere i semi nel latte, mescolare e portarlo sul fuoco fino a bollore.
    4. In una terrina mettere i tuorli, mescolarli bene, quindi aggiungere lo zucchero. Mescolare con una frusta manuale fino a incorporare bene.
    5. Aggiungere l'amido setacciato, incorporando sempre con la frusta manuale.
    6. A questo punto aggiungere un po' di latte caldo e mescolare bene.
    7. Aggiungere il restante latte, a più riprese, mescolando e amalgamando bene.
    8. Incorporato tutto il latte, mettere la crema in una pentola, preferibilmente antiaderente, e metterla sul fuoco.
    9. Cuocere mescolando continuamente con la frusta manuale per evitare che si attacchi sul fondo. In genere occorrono 2-3 minuti dal bollore per raggiungere una buona consistenza.
    10. Togliere la crema dal fuoco, versarla in un recipiente e continuare a mescolarla finchè non è scesa sotto i 50 gradi perchè sopra questa temperatura continua a cuocere.
    11. Comporre le ciotole
    12. Mettere sul fondo delle ciotole, una per commensale, un po' di fragole sciroppate.
    13. Distribuire la crema, quindi chiudere con le restanti fragole.
    14. Spolverizzare in superficie con zucchero a velo vanigliato, quindi decorare con foglioline di menta.
    15. Coprire con la pellicola trasparente e tenere le coppette in frigo fino al momento di servirle.

    STAGIONE

    Aprile, maggio, giugno.

    AUTORE

    Ricetta realizzata da Barbara Farinelli. Fotografia di Giovanni Caprilli. Tutti i diritti riservati.

    I suggerimenti di barbara

    Usate bicchierini trasparenti, il contrasto di colori è molto scenografico!


    www.lospicchiodaglio.it


    Ricette correlate


    Le caldarroste sono castagne o marroni incise e cotte sul fuoco, all'interno di recipienti bucherellati. La cottura ideale avviene sulle braci di un camino, che aromatizzano le caldarroste, ma si riesce anche a cuocerle sul fornello, anche se non hanno lo stesso sapore. Le ...



    Le sfrappole sono un tipico dolce di Carnevale, dalle origini antichissime, che troviamo in molte regioni con nomi diversi, anche se il più comune è chiacchiere. In Emilia, oltre che "sfrappole", vengono chiamate anche frappe, in Toscana troviamo i cenci, mentre in Piemonte le bugie. ...



    Il pandoro farcito è un classico pandoro natalizio farcito con una crema al mascarpone e decorato con cioccolato fondente. Ottimo per pranzi e cene del periodo natalizio, è molto scenografico e decorativo, oltre che buono. Il pandoro farcito si può preparare un giorno prima ...



    La crostata alla marmellata è un classico della cucina italiana in quasi tutte le regioni. Molto semplice da preparare, si presta ottimamente come dolce per la colazione, la merenda o come fine pasto. La crostata alla marmellata è ottima con qualsiasi tipo di confettura. ...



    Il ciambellone è il classico dolce a ciambella ideale per la prima colazione, la merenda o per concedersi un momento di dolcezza durante la giornata. Si conserva perfettamente per una settimana, ben coperto altrimenti tende a seccare. Il ciambellone può essere arricchito con gocce ...



    I muffin fondenti sono golosi dolcetti dalla caratteristica forma a cupola con un sapore molto spiccato di cacao, messo ancora di più in evidenza da una quantità di zucchero non troppo elevata. I muffin fondenti sono per veri estimatori del cacao perchè il loro ...



    Gli struffoli sono il dolce napoletano per eccellenza del periodo natalizio e ringrazio la mia mamma e la mia nonna per questa ricetta che vi invito a provare. E' veramente squisita. Gli struffoli sono piccole palline di pasta dolce fritte e avvolte nel ...



    I frollini sono biscotti semplicissimi da preparare, a base di pasta frolla e cosparsi di zucchero semolato. Si conservano ottimamente per 10-15 giorni in una scatola di latta o in un vaso chiuso ermeticamente. I frollini sono ottimi come biscotti da prima colazione, ma ...



    Lascia un commento!!!

    richiesto

    richiesto, non sarà pubblicato

    il tuo sito web