Trova ricetta

Merluzzo alla livornese

    5.0/5 (3 voti)

    Ricette secondi piatti pesce

    Merluzzo alla livornese


    Il merluzzo alla livornese è un secondo piatto della tradizione Toscana, ma preparato con diverse varianti in molte altre parti d'Italia. I filetti di merluzzo cuociono lentamente insaporendosi con pomodoro, cipolla, aglio e origano o basilico, a seconda della stagione. In estate preferire il basilico e una dadolata di pomodoro fresco, nelle altre stagioni origano e pomodori pelati.

    Il merluzzo alla livornese è ottimo con filetti di merluzzo freschi, meglio se di spessore consistente, ma si può preparare anche con i cuori di merluzzo surgelati. In questo caso farli scongelare nel frigorifero per almeno 6 ore, oppure nel microonde.

    Servire il merluzzo alla livornese con buone fette di pane, fresco oppure bruschettato. Con la stagione fredda è ottimo anche con la polenta bianca.

    INFORMAZIONI

    • 2 persone
    • 350 Kcal a porzione
    • difficoltà facile
    • pronta in 45 minuti
    • ricetta light
    • si può mangiare fuori

    INGREDIENTI

    In quanti siete?

    Dimmelo e ti ricalcolerò gli ingredienti!

        

    PREPARAZIONE

    1. Lavare i filetti di merluzzo e tagliarli a pezzi regolari. Io di solito tolgo le parti più sottili, che utilizzo per preparare la pasta o le frittelle, e scelgo solo quelle più spesse e carnose.
    2. Pulire la cipolla e tritarla molto finemente.
    3. Spellare l'aglio e tritarlo, oppure spremerlo con l'apposito attrezzo.
    4. Snocciolare le olive.
    5. Se usate i pelati metterli in una ciotola e tagliarli a tocchetti assieme al loro succo di conservazione. Se usate i pomodori freschi lavarli, sbollentarli per qualche secondo in acqua, quindi pelarli, tagliarli a metà, rimuovere i semi e tagliare la polpa a cubetti.
    6. Mettere in una padella o in una casseruola bassa antiaderente l'olio, il trito di aglio e cipolla e portarla sul fuoco.
    7. Far soffriggere a fiamma media, quindi unire un po' di brodo e proseguire la cottura per 5 minuti.
    8. Alzare la fiamma, unire i filetti di merluzzo e fargli prendere colore da entrambi i lati. Attenzione nel girarli perché sono piuttosto delicati e si rompono facilmente.
    9. Unire negli spazi fra un filetto e l'altro il pomodoro e le olive.
    10. Scuotere appena la padella, unire un pizzico di sale, una macinata di pepe e origano o basilico a seconda della stagione.
    11. Cuocere a fiamma bassa, coperto, per 20 minuti.
    12. Muovere un po' gli ingredienti di tanto in tanto scuotendo delicatamente la padella, senza mai mescolare, e raccogliere un po' di sugo con un cucchiaio per cospargere i filetti di pesce in superficie.
    13. A fine cottura raccogliere pesce e sughetto con una larga paletta, disporre in un piatto da portata, unire un filo d'olio a crudo e servire.

    STAGIONE

    Giugno, luglio, agosto, settembre.

    AUTORE

    Ricetta realizzata da Barbara Farinelli. Fotografia di Giovanni Caprilli. Tutti i diritti riservati.

    I suggerimenti di barbara

    Se avanza è possibile conservare il pesce così cucinato per un giorno in frigorifero. E' ottimo a temperatura ambiente o appena riscaldato.

    Spesso preparo questo piatto assieme ad un antipasto di cozze e vongole. Utilizzo quindi parte del fondo di cottura filtrato al posto del brodo vegetale per la cottura del merluzzo. Attenzione però a regolare il sale. Assaggiate!


    www.lospicchiodaglio.it


    Ricette correlate


    Le frittelle alici e olive nere sono gustose frittelle di pasta lievitata che contengono filetti di alice, aglio, prezzemolo e olive nere. In cottura si gonfiano e diventano croccanti fuori e morbide dentro. Una vera delizia. Le frittelle alici e olive nere sono ottime come secondo ...



    Le seppie in umido con i piselli, spesso chiamate solo seppie con piselli, sono un secondo piatto diffuso soprattutto nel Lazio. Questa versione che vi proponiamo è con il pomodoro, ma abbiamo anche la variante in bianco. Le seppie in umido con i piselli ...



    L'insalata di polpo è un secondo piatto a base di pesce leggero, fresco e molto gustoso, ottimo accompagnato da un contorno di patate, riso al vapore, oppure insalata verde. L'insalata di polpo viene proposto come secondo piatto, ma dimezzando le dosi può essere servito ...



    La platessa al forno con patate è una ricetta semplice, a base di pesce, in cui le patate conferiscono sapore e aiutano a mantenere la morbidezza della platessa, che tende a seccare facilmente essendo un pesce povero di grassi. Per due persone utilizzare una ...



    L'insalata di tonno fresco è un secondo piatto a base di tonno fresco cubettato e leggermente scottato in padella. Completa così un'insalata fresca per un piatto leggero, veloce e prettamente estivo. L'insalata di tonno fresco deve la sua riuscita alla cottura del tonno, che ...



    I filetti di platessa ai cannellini sono un secondo piatto a base di pesce, veloce e semplice da preparare, in cui le platesse e i cannellini cuociono brevemente insieme, aromatizzandosi con aglio e rosmarino. I filetti di platessa ai cannellini sono ottimi appena preparati, ...



    8 commenti su questa ricetta

    Barbara Farinelli ha detto:
    @Adriana Alessandra Tegni: grazie a te! Un saluto all'Argentina!

    Adriana Alessandra Tegni ha detto:
    Abito a Buenos Aires, Argentina, miei genitori erano fiorentini e con questa ricetta mi sono trasportata a Firenze. Grazie

    Adriana Alessandra Tegni ha detto:
    Buonissimo!!!

    Barbara Farinelli ha detto:
    @daniela: certamente! Puoi usare i filetti surgelati, basta scongelarli mettendoli nel frigorifero la sera prima di cucinarli.
    Proverò una ricette con le cipolle da suggerirti!

    daniela ha detto:
    ciao...posso usare anche filetti surgelati? Mi puoi dare una ricetta con i filetti surgelati e le cipolle, che io adoro? grazie....

    Barbara Farinelli ha detto:
    @Lucy Iris Morenos: bene! Anche i miei suoceri sono dell'Isola d'Elba. Un caro saluto!

    Lucy Iris Morenos ha detto:
    Questa ricetta mi è piaciuta tanto; vi scrivo da Buenos Aires, ma i miei nonni e mio marito erano di Livorno... mia nonna dell'Isola d'Elba. Arrivederci Lucy

    8 commenti su 8
     

    Lascia un commento!!!

    richiesto

    richiesto, non sarà pubblicato

    il tuo sito web