Trova ricetta

Pasta con melanzane al forno

    4.5/5 (62 voti)

    Ricette primi piatti verdura

    Pasta con melanzane al forno


    La pasta con melanzane al forno è un primo piatto di pasta al forno tipicamente estivo, ricco e sostanzioso, da dedicare ai momenti di festa o alle domeniche con gli amici. La preparazione è un po' lunga e laboriosa, ma saprà ripagarvi con il suo sapore unico.

    La pasta con melanzane al forno è ottima tiepida. Se conservata in frigorifero si mantiene anche per un paio di giorni. Prima di gustarla si può scaldarla brevemente al forno. Io la trovo ancora più buona!

    INFORMAZIONI

    • 4 persone
    • 675 Kcal a porzione
    • difficoltà media
    • pronta in 2 ore

    INGREDIENTI

    In quanti siete?

    Dimmelo e ti ricalcolerò gli ingredienti!

        

    VARIANTE VEGETARIANA

    Sei vegetariano e vuoi realizzare questa ricetta?

    Utilizzare un pecorino da grattugia vegetariano.

    PREPARAZIONE

    1. Lavare le melanzane, eliminare la parte terminale con il picciolo e affettarle nello spessore di un centimetro circa. Metterle, man mano che sono pronte, in una ciotola con acqua e aceto. La dose giusta è di un cucchiaio di aceto ogni litro d'acqua. Lasciarle riposare 5 minuti.
    2. Scolare le melanzane, cospargerle con poco sale grosso e metterle in un colapasta ponendole in verticale, in modo da favorire il flusso del liquido di vegetazione. Coprire con un piatto che stia dentro il colapasta e tenga pressate le melanzane e metterci sopra un peso. Lasciarle spurgare per almeno un'ora.
    3. Nel frattempo preparare il sugo e gli altri ingredienti.
    4. Come prima cosa dissalare i capperi lavandoli bene sotto acqua fresca corrente, quindi metterli in una ciotola con acqua fredda. Cambiare l'acqua di tanto in tanto.
    5. Scolare la mozzarella, strizzarla, spezzettarla e metterla su un piatto coperto di carta da cucina, in modo che assorba l'acqua in eccesso.
    6. Mettere in un pentolino l'olio, l'aglio tritato molto finemente o spremuto con l'apposito attrezzo e portarlo sul fuoco. Farlo appena sfrigolare, deve dorare ma non brunire.
    7. Unire la passata di pomodoro, un pizzico di sale, un pizzico di zucchero e il basilico spezzettato. Lasciare che riprenda il bollore, quindi cuocere a fiamma bassa, semicoperto, per 30 minuti. Si deve restringere e insaporire. A fine cottura regolare di sale.
    8. Lavare nuovamente i capperi, strizzarli e metterli su un tagliere assieme alle olive snocciolate. Fare un battuto a coltello tritando grossolanamente.
    9. Sciacquare le melanzane per eliminare il sale, quindi metterle su uno strofinaccio pulito e coprirle per asciugarle bene.
    10. Scaldare abbondante olio per friggere in una pesante padella. Io in genere uso olio di oliva, ma va bene anche olio di semi di arachide.
    11. Friggere le melanzane per 4-5 minuti, fintanto che non saranno belle dorate, quindi scolarle e asciugarle bene con carta da cucina.
    12. Lessare la pasta in abbondante acqua salata e scolarla piuttosto al dente. Rimetterla dentro la pentola e condirla con un filo d'olio. Mescolare bene, quindi aggiungere metà sugo di pomodoro. Mescolare.
    13. Ungere una teglia rettangolare con un filo d'olio, quindi disporre metà della pasta. Cospargere qualche cucchiaiata di pomodoro, un po' di trito di olive e capperi, una spolveratina di Pecorino.
    14. Disporre metà delle melanzane, quindi qualche cucchiaiata di pomodoro, un po' di trito di olive e capperi, metà mozzarella e una spolveratina di Pecorino.
    15. Mettere la restante pasta, cospargere qualche cucchiaiata di pomodoro, un po' di trito di olive e capperi, una spolveratina di Pecorino.
    16. Finire con le restanti melanzane, il pomodoro, il trito di olive e capperi, la mozzarella e il Pecorino.
    17. Infornare a 200°C per 5 minuti, quindi accendere il grill per far gratinare in superfice.
    18. Aspettare almeno 10 minuti prima di servire.

    STAGIONE

    Ricetta per tutte le stagioni.

    AUTORE

    Ricetta realizzata da Barbara Farinelli. Fotografia di Giovanni Caprilli. Tutti i diritti riservati.

    I suggerimenti di barbara

    Al posto del Pecorino potete utilizzare un qualsiasi formaggio da grattugia. Io la preparo spesso con il formaggio di fossa ed è veramente ottima!


    www.lospicchiodaglio.it


    Ricette correlate


    Il minestrone di bulgur è una zuppa di verdure in cui viene fatto cuocere il burghul, frumento germogliato che viene seccato e tritato grossolanamente. E' un cereale integrale e come tale ricco di sostanze nutritive quali sali minerali e vitamine. In commercio si trova generalmente ...



    Gli gnocchi al basilico sono un primo piatto a base di gnocchetti di patate, contenenti profumato basilico e conditi a crudo con pomodorini dolci, tipo Pachino, pinoli tostati e ricotta salata grattugiata. Gli gnocchi al basilico sono una preparazione tipicamente estiva, quando il basilico ...



    La pasta alle cipolle è un primo piatto semplicissimo, economico e veloce da preparare. La protagonista è la cipolla rossa di Tropea, dolce, carnosa, il cui sapore viene messo in risalto da quello dell'aceto balsamico. Per i più golosi, decorare con qualche scaglia di pecorino ...



    I ravioli di patate ai funghi sono una pasta ripiena la cui particolarità è quella di essere preparati non con la pasta all'uovo, ma con un impasto di patate simile a quello degli gnocchi che viene quindi farcito e cotto. I ravioli di patate ai ...



    I pomodori ripieni di riso sono un primo piatto a base di riso al pomodoro con un cuore di filante mozzarella, che viene servito dentro i pomodori e ripassato al forno. I pomodori ripieni di riso sono ottimi caldi, tiepidi, ma anche freddi purchè serviti ...



    La pasta gratinata ai peperoni è una pasta al forno tipicamente estiva, semplice da preparare, soprattutto se si ha già pronta della peperonata, che può essere utilizzata per condire la pasta, come indicato in ricetta. La pasta gratinata ai peperoni può essere preparata un giorno prima ...



    Gli gnocchi di zucca sono una specialità autunnale e invernale, dal sapore caratteristico, molto particolari, un po' difficili da preparare, ma che vi daranno grande soddisfazione. E' assolutamente necessario scegliere una varietà di zucca poco acquosa, soda e compatta, come ad esempio la Mantovana o ...



    Lascia un commento!!!

    richiesto

    richiesto, non sarà pubblicato

    il tuo sito web