Trova ricetta

Tagliatelle con sugo di funghi porcini

    3.3/5 (31 voti)

    Ricette primi piatti verdura

    Tagliatelle con sugo di funghi porcini


    Le tagliatelle con sugo di funghi porcini sono un ottimo primo piatto la cui nota dominate è il sapore e l'odore tipico e pungente del fungo porcino. E' un piatto leggero, poco elaborato, inseribile perfino in una dieta ipocalorica, ma adatto anche a pranzi o cene importanti.

    Le tagliatelle con sugo di funghi porcini sono ottime preparate con i funghi porcini freschi, che però non si trovano sempre e hanno un prezzo importante. Per ovviare al problema reperibilità si può scegliere un fungo porcino surgelato, che deve essere però di ottima qualità. Se invece volete diminuire il costo della preparazione mescolare i porcini agli champignon: il porcino tenderà a dominare con il suo sapore importante e nel sugo i sapori risulteranno perfettamente amalgamati.

    INFORMAZIONI

    • 2 persone
    • 390 Kcal a porzione
    • difficoltà facile
    • pronta in 45 minuti
    • ricetta vegetariana
    • ricetta light
    • si può preparare in anticipo

    INGREDIENTI

    In quanti siete?

    Dimmelo e ti ricalcolerò gli ingredienti!

        

    VARIANTE VEGAN

    Sei vegan e vuoi realizzare questa ricetta?

    Utilizzare tagliatelle di semola al posto di quelle all'uovo.


    PREPARAZIONE

    1. Pulire i funghi porcini rimuovendo la parte terrosa delle radichette e lavandoli brevemente sotto acqua fresca corrente. Affettarli.
    2. Pelare la cipolla rimuovendo lo strato esterno di consistenza cartacea e tritarla molto finemente.
    3. In una padella mettere l'olio e la cipolla. Portarla sul fuoco e far soffriggere a fiamma bassa fintanto che non si sarà ben dorata.
    4. Unire un po' di brodo, un pizzico di sale, una macinata di pepe e cuocere coperto per 5 minuti.
    5. Trascorso il tempo indicato scoperchiare, alzare la fiamma e aggiungere i funghi.
    6. Mescolare, aggiungere poco brodo vegetale e cuocere per 5 minuti.
    7. Aggiungere il pomodoro in pezzi. Se si utilizzano i pelati spezzettarli.
    8. Aggiungere al pomodoro un pizzico abbondante di sale, una punta di zucchero, una manciata di origano, lasciar riprendere il bollore e far sobbollire a fiamma bassa per 15 minuti circa, girando di tanto in tanto con un cucchiaio di legno.
    9. Lessare le tagliatelle in abbondante acqua salata e, poco prima di scolarle, accendere il fuoco nella padella del condimento.
    10. Saltare la pasta scolata a fiamma vivace nella padella del condimento per qualche minuto, girando di frequente.
    11. Servire immediatamente con un filo d'olio a crudo.

    STAGIONE

    Settembre, ottobre, novembre, dicembre.

    AUTORE

    Ricetta realizzata da Barbara Farinelli. Fotografia di Giovanni Caprilli. Tutti i diritti riservati.

    I suggerimenti di barbara

    Questa pasta è ottima anche al forno. Disporla in una pirofila ben unta d'olio, cospargerla con Parmigiano grattugiato e gratinarla. In questo modo è possibile anche conservarla per un giorno in frigorifero, gratinandola solo poco prima di mangiarla. E' possibile anche congelarla, si conserva così per 3 mesi circa. Al momento di consumarla metterla nel frigorifero la sera prima e scaldarla al momento di mangiarla nel forno come descritto in precedenza.

    Ottima, se avanza, anche il giorno dopo, scaldata nel forno a 200°C per una decina di minuti. Se tende a scurirsi troppo coprirla con la carta stagnola.


    www.lospicchiodaglio.it


    Ricette correlate


    Le penne all'arrabbiata sono un primo piatto tipico della tradizione culinaria romana molto semplice da realizzare. Sono caratterizzate da un gusto intenso e deciso, attenzione però a dosare il peperoncino secondo il gusto personale o quello degli ospiti. Le penne all'arrabbiata che vi proponiamo ...



    Il risotto alla verza è una minestra a base di riso, quasi una zuppa, poichè è ottimo tenuto piuttosto morbido, all'onda. Per la buona riuscita del piatto è di fondamentale importanza la qualità della verza, fresca e croccante. Il risotto alla verza è una ...



    Il risotto agli asparagi è un gustoso risotto da servire come primo piatto, in cui il riso mette bene in risalto il sapore unico degli asparagi. Il risotto agli asparagi è un piatto tipico del periodo primaverile, quando gli asparagi sono nel pieno del ...



    Il risotto alla zucca è un primo piatto a base di riso dal sapore molto particolare e delicato, dato dal suo ingrediente principale, la zucca, esaltato dal sapore del Parmigiano utilizzato per mantecare. E' tipico della stagione autunnale, quando la zucca arriva sui nostri mercati ...



    Il risotto piselli e zucchine è un risotto tipicamente primaverile, preparato con piselli freschi e zucchine novelle. E' importante per la buona riuscita della ricetta, che siano piccole e molto sottili, in modo che affettate tengano la forma durante la cottura. Il risotto piselli ...



    Il cuscus ai fagioli è un primo piatto a base di verdura vegetariano e vegan. Nutrizionalmente molto completo abbina cereali, proteine e vitamine... ed è veramente delizioso! Perfetto anche come piatto unico. Il cuscus ai fagioli è ottimo servito freddo, anche come pranzo alternativo ...



    I pici all'aglione sono una ricetta tipica Toscana, in particolare della zona di Siena, realizzata con i pici, che sono degli spaghettoni rustici piuttosto spessi. Si possono preparare in casa, ma si trovano anche da acquistare, specialmente in Toscana, come specialità tipica. L'aglione è ...



    2 commenti su questa ricetta

    Barbara Farinelli ha detto:
    @egidio: la panna sta molto bene nelle versioni in bianco (senza pomodoro). Puoi provare, ma non sovraccaricare il piatto mettendone troppa. Facci sapere come è venuta!

    egidio ha detto:
    grazie per la ricetta.......se dovessi aggiungere un po' di panna ?
    cosa ne oensate ?
    grazie per un commento

    2 commenti su 2
     

    Lascia un commento!!!

    richiesto

    richiesto, non sarà pubblicato

    il tuo sito web