Questo sito contribuisce alla audience di

Farro

IngredientiCereali

Farro

CARATTERISTICHE

Il farro è una pianta erbacea della famiglia delle graminacee, simile al frumento, che in commercio si trova di due tipi:

  • decorticato: è la forma più integrale. Richiede un ammollo di 6-12 ore e una lunga cottura;
  • perlato: il rivestimento esterno viene parzialmente tolto tramite un processo di perlatura. In questo modo non è necessario l'ammollo e si diminuisce il tempo di cottura, pur mantenendo buone proprietà nutrizionali.

Un'ottima qualità di farro viene proprio coltivata in Italia ed è quella della Garfagnana, una zona della Lucchesia che ha ricevuto il marchio IGP (indicazione geografica protetta).
In chicchi è ottimo per la preparazione delle minestre, ma ha altri numerosi usi anche sotto forma di farina.

STAGIONE

Tutto l'anno

MESE MIGLIORE

-

PROPRIETÀ NUTRITIVE

Il farro è ricco di amido e carboidrati. Contiene anche vitamine del complesso B e sali minerali quali sodio, potassio, calcio e fosforo. Il contenuto lipidico è estremamente basso (2,5%).

PARTE EDIBILE

100 %

CALORIE

335 Kcal per 100g di prodotto.

COME SCEGLIERE

-

COME CONSERVARE

Conservare il farro in luogo fresco e asciutto. Essendo un prodotto acquistato secco si conserva a lungo, ma deve essere tenuto al riparo dall'umidità, possibilmente in un vaso chiuso.

COME PULIRE

-

PRINCIPALI METODI DI COTTURA

Farro decorticato

  • Mettere il farro in ammollo per 12 ore.
  • Lessarlo in abbondante acqua salata per 60 minuti.
  • Scolarlo ed utilizzarlo secondo ricetta.


Farro perlato

  • Lavare accuratamente il farro prima dell'utilizzo.
  • Lessarlo in abbondante acqua salata per 20/30 minuti (15 se in pentola a pressione).
  • Scolarlo e utilizzarlo secondo ricetta.


I tempi di ammollo e cottura vanno opportunamente verificati sulla confezione.

DOSI PER PERSONA

80 g

NOTE

-

APPROFONDIMENTI



www.lospicchiodaglio.it