Trova ricetta

Pasta all'amatriciana di verdure

    5.0/5 (5 voti)

    Ricette primi piatti verdura

    Pasta all'amatriciana di verdure


    La pasta all'amatriciana di verdure è un primo piatto in cui la dolcezza del guanciale, o della pancetta se preferite, si unisce all'aromaticità e la croccantezza delle verdure. È un'ottima ricetta estiva per unire insieme pomodoro, cipolle, peperoni, sedano e zucchine.

    La pasta all'amatriciana di verdure è da gustare appena pronta, spolverizzata con il Pecorino, ma se vi avanza si può conservare un giorno in frigorifero ben coperta e può essere successivamente gratinata al forno. In questa variante potete unire qualche cubetto di formaggio in modo che fonda e renda il piatto più morbido e saporito.


    Il piatto utilizzato nella foto è un bellissimo piatto piano in ceramica fatto a mano in Italia della linea Preta di Arcucci Trade.


    INFORMAZIONI

    • 2 persone
    • 650 Kcal a porzione
    • difficoltà facile
    • pronta in 1 ora

    INGREDIENTI

    In quanti siete?

    Dimmelo e ti ricalcolerò gli ingredienti!

        

    PREPARAZIONE

    1. Tagliare il guanciale a cubetti di mezzo centimetro di lato circa.
    2. Spezzettare i pelati.
    3. Pulire la cipolla eliminando la buccia esterna quindi tagliarla a metà per il lungo, affertarla nello spessore di mezzo centimetro circa e ricavarne una dadolata.
    4. Lavare il peperone, tagliarlo a metà, eliminare torsolo, filamenti, semi e parte bianca all'interno. Tagliare delle striscioline da mezzo centimetro circa da cui ricavare una dadolata.
    5. Lavare le coste di sedano, eliminare le parti rovinate, quindi tagliarlo a listarelle da cui ricavare una dadolata di dimensione poco inferiori ai cubetti di cipolla e peperone. Il sedano è infatti la verdura che in cottura tende a rimanere più croccante.
    6. Lavare le zucchine, eliminare le estremità, quindi affettarle nello spessore di mezzo centimetro circa e ricavarne una dadolata.
    7. Mettere in una padella antiaderente l'olio, la cipolla e portarla sul fuoco a fiamma medio-alta.
    8. Far imbiondire la cipolla, quindi unire le altre verdure a cubettini, le foglie di basilico lavate e spezzettate, un pizzico di sale e cuocere per una decina di minuti a fiamma media, coperto.
    9. Mescolare di tanto in tanto e se il fondo di cottura dovesse asciugarsi troppo unire un po' di acqua tiepida o di brodo vegetale.
    10. A fine cottura le verdure devono essersi intenerite, ma non sfaldarsi. Tenerle da parte coperte unendo un filo d'olio in superficie.
    11. Mettere in un'altra padella un filo d'olio, il guanciale e portarla sul fuoco.
    12. Rosolare il guanciale a fiamma vivace e quando comincia a colorarsi unire il vino.
    13. Cuocere fino a far evaporare la parte alcolica del vino. Il guanciale deve essersi ben colorito e presentare strinature brunaste.
    14. Unire il pomodoro, una generosa macinata di pepe, mescolare bene, quindi cuocere per una decina di minuti, senza coperchio. Il sugo deve appena restringersi e tutto deve risultare ben amalgamato.
    15. Coprire e tenere da parte.
    16. Lessare la pasta in abbondante acqua salata e scolarla al dente.
    17. Metterla in una ciotola, aggiungere la salsa di pomodoro e mescolare bene.
    18. Unire le verdure, tenendone da parte un po' per decorare, e mescolare.
    19. Distribuire nei piatti, unire le verdure tenute da parte e spolverizzare con il Pecorino.

    PASTA DI ABBINAMENTO IDEALE

    Spaghetti, rigatoni, tonnarelli

    STAGIONE

    Giugno, luglio, agosto.

    AUTORE

    Ricetta realizzata da Barbara Farinelli. Fotografia di Giovanni Caprilli. Tutti i diritti riservati.

    APPROFONDIMENTI

    Padella antiaderente, olio e cipolla cubettata. Questo è il primo passaggio di cottura delle verdure.

    Padella antiaderente, olio e cipolla cubettata


    Quando la cipolla è dorata si aggiungono le altre verdure. I cubetti devono essere simili per dare uniformità di cottura e croccantezza.

    La cottura delle verdure


    Questo è il giusto grado di cottura del guanciale, con le tipiche striature brune che danno sapore alla carne.

    La perfetta cottura del guanciale


    www.lospicchiodaglio.it


    Ricette correlate


    La pasta con la scarola è un primo piatto semplice e veloce da preparare, leggero, che la mia mamma usava fare quando puliva la scarola. Nasce infatti per recuperare le parti più verdi o esterne della scarola, che difficilmente si mangiano a crudo. Per ...



    La pasta con pomodorini al forno e scamorza è una pasta al forno tipicamente estiva, preparata con pomodorini Pachino o datterini, ma io spesso uso un po' e un po' perchè mi piace il contrasto fra i due sapori. Per gratinarli nel forno si possono ...



    Gli spaghetti alla puttanesca sono un primo piatto semplice, ma saporito, preparato con pomodoro, acciughe, capperi, olive nere, peperoncino e origano o prezzemolo. Gli spaghetti alla puttanesca si preparano tipicamente in Campania, dove non usano le acciughe, le olive sono quelle di Gaeta e ...



    L'insalata di riso giallo è una gustosa insalata fredda di riso aromatizzata allo zafferano, da gustare come primo piatto o come piatto unico con l'arrivo dell'estate, quando è caldo e quando i peperoni sono nel pieno del loro sapore. L'insalata di riso giallo si ...



    I cappellacci di zucca sono una tipica ricetta ferrarese, ormai un simbolo della città, tantoché nel 2016 ha acquisito il marchio IGP. La ricetta dei cappellacci di zucca ha origine nel Rinascimento, alla corte del Duca Alfonso II d'Este. Ne esistono testimonianze scritte che risalgono al 1584 poichè ...



    Il risotto agli asparagi è un gustoso risotto da servire come primo piatto, in cui il riso mette bene in risalto il sapore unico degli asparagi. Il risotto agli asparagi è un piatto tipico del periodo primaverile, quando gli asparagi sono nel pieno del ...



    Il risotto ai pioppini è un risotto realizzato con i funghi pioppini. Il pioppino è un ottimo fungo per un risotto da preparare per una cena fra amici. Più pregiato dello Champignon, ma meno costoso del porcino, mantiene bene la forma in cottura ed è ...



    Il riso con le lenticchie è un'ottima minestra tipica dei mesi freddi autunnali e invernali, molto rustica e gustosa, che ricorda le buone zuppe di una volta. Le lenticchie non vanno messe in ammollo, ma cucinate così come sono. Il riso con le lenticchie ...



    Lascia un commento!!!

    richiesto

    richiesto, non sarà pubblicato