Trova ricetta

Scaloppine ai funghi

    3.7/5 (6 voti)

    Ricette secondi piatti carne

    Scaloppine ai funghi


    Le scaloppine ai funghi sono un secondo piatto di carne leggero e veloce, ma molto gustoso e saporito. Con la giusta cottura, a fiamma vivace e piuttosto breve, la carne resterà morbidissima.

    Le scaloppine ai funghi sono già da sole un piatto unico, ma volendo è possibile accompagnarle con verdure crude, come una bella insalata, o con verdura cotta al forno, come ad esempio la cicoria belga al forno.

    INFORMAZIONI

    • 2 persone
    • 350 Kcal a porzione
    • difficoltà facile
    • pronta in 30 minuti
    • ricetta light

    INGREDIENTI

    In quanti siete?

    Dimmelo e ti ricalcolerò gli ingredienti!

        

    PREPARAZIONE

    1. Pulire i funghi eliminando la parte terrosa del gambo con le radichette e sciacquarli rapidamente sotto acqua fresca corrente per eliminare ogni residuo di terra. Affettarli.
    2. Lavare il prezzemolo, selezionare le foglie, tamponarle con carta da cucina e tritarle su un tagliere con la mezzaluna.
    3. Mettere in una padella piuttosto capace metà olio con l'aglio spellato e schiacciato. Farlo rosolare a fiamma media fintanto che non diventa uniformemente dorato, quindi toglierlo e unire i funghi.
    4. Alzare la fiamma, lasciare che i funghi comincino a sfrigolare, quindi versare il vino. Lasciar evaporare per un paio di minuti il vino a fiamma vivace, quindi aggiungere una spolverizzata di prezzemolo tritato, un pizzico di sale, abbassare la fiamma e cuocere coperto per 10 minuti. Se il fondo di cottura dovesse asciugarsi troppo aggiungere un po' di brodo vegetale caldo.
    5. Trascorso il tempo di cottura scoperchiare, alzare la fiamma e far asciugare il liquido in eccesso girando di continuo.
    6. A fine cottura regolare di sale, unire una macinata di pepe, coprire e tenere da parte.
    7. Battere le fettine di carne se sono spesse, delicatamente per non romperle e passarle nella farina setacciata.
    8. In una padella far scaldare il restante olio e unire la carne.
    9. Cuocere le fettine un paio di minuti per lato a fiamma vivace, per farle uniformemente colorire.
    10. Salare ogni scaloppina, distribuire i funghi trifolati e proseguire la cottura per altri 2 minuti, con il coperchio.
    11. Servire immediatamente.

    STAGIONE

    Settembre, ottobre, novembre, dicembre.

    AUTORE

    Ricetta realizzata da Barbara Farinelli. Fotografia di Giovanni Caprilli. Tutti i diritti riservati.


    www.lospicchiodaglio.it


    Ricette correlate


    Le polpettine di agnello sono gustosissime polpette di carne di agnello, ottime preparate con la polpa tritata del cosciotto, ma anche con i piccoli scarti che possiamo avere nel pulire un agnello intero. La cottura può avvenire al forno (come indicato in ricetta), ma anche ...



    I sofficini fatti in casa cotto, Brie e funghi sono dei piccoli calzoni ripieni che vengono passati nell'uovo, nel pangrattato e fritti o cotti al forno. Sono molto gustosi e piacciono solitamente a grandi e bambini. I sofficini fatti in casa cotto, Brie e funghi si ...



    I peperoncini dolci ripieni sono piccoli peperoni gialli, rossi o verdi dal sapore dolce che qui vi proponiamo ripieni di carne aromatizzata con aglio, prezzemolo e Parmigiano Reggiano. Sono una preparazione leggera e facile da preparare. I peperoncini dolci ripieni sono un ottimo secondo ...



    La grigliata mista di carne di maiale è un misto di carne adatto per la cottura alla brace. La composizione dipende molto dal gusto personale, quindi cercherò di darvi consigli per i più comuni tagli che meglio beneficiano di questo tipo di cottura. In ...



    Il cosciotto di agnello al vino è un piatto preparato nella tajine, un particolare tegame di terracotta con il coperchio a forma conica che ha la caratteristica di cuocere la carne a bassa temperatura, in ambiente umido. In questo modo mantiene tutto il suo sapore ...



    La salsiccia arrotolata al forno è una ricetta di squisiti spiedini di salsiccia sottile, tipo Luganega, cotta sotto il grill del forno. E' ottima appena gustata, ma se avanza può essere messa nel sugo, oppure semplicemente riscaldata nel forno. La salsiccia arrotolata al forno ...



    Le scaloppine Taleggio e radicchio sono fettine di carne cotte rapidamente in padella e condite con radicchio rosso, cipolle e formaggio Taleggio. Il contrasto dell'amaro del radicchio e del dolce del Taleggio donano a questo piatto un equilibrio di sapori unico e particolare. In accompagnamento alle ...



    Gli spiedini alla piastra sono una preparazione di carne mista infilzata su spiedo, che viene cotta sulla bistecchiera. Gli spiedini si possono acquistare già pronti da cuocere, soprattutto se avete un macellaio di fiducia, oppure preparare in casa utilizzando cubetti di carne a piacere, alternati a ...



    15 commenti su questa ricetta

    Barbara Farinelli ha detto:
    @monica: il fatto che i funghi non vanno mai bagnati è uno dei tanti miti culinari che è difficile da sfatare. Il primo a dirmi che i funghi si potevano tranquillamente lavare, anche se rapidamente e senza lasciarli in immersione, è stato il micologo della ASL, un esperto decisamente affidabile. Successivamente ho chiesto riscontro a Lisa Signorile, una zoologa naturalista che ha collaborato ad alcuni articoli del nostro portale, che mi ha dato a sua volta conferma. In effetti provando devo dire che se il fungo è fresco (come è giusto che sia) e il lavaggio è rapido e solo per rimuovere terra e impurità, il risultato finale non cambia, anzi, è molto minore il rischio di trovare residui di sporco nella preparazione finale. Secondo il micologo della ASL, lavare i funghi è importante anche perché si rimuovono sostanze potenzialmente pericolose, soprattutto per i funghi di bosco e si riduce la contaminazione batterica. Puoi leggere un bell'approfondimento sul sito della ASL di Bologna qui: https://www.ausl.bologna.it/asl-bologna/dipartimenti-territoriali-1/dipartimento-di-sanita-pubblica/copy_of_isp/ian/copy_of_igiene-degli-alimenti/funghi/consigli-per-la-raccolta-il-consumo-e-la

    monica ha detto:
    Ho letto una cosa paurosa nella ricetta, uno sbaglio madornale, i funghi NON VANNO MAI SCIAQUATI NE BAGNATI!!! vanno puliti accuratamente con uno straccio bianco umido ma MAI bagnati direttamente sotto l'acqua!! tenetelo sempre a mente.

    Barbara Farinelli ha detto:
    @Peter: 100 ml di latte intero apportano 64 calorie, meno di un cucchiaio di olio. Direi che la preparazione rimane comunque piuttosto leggera :-)

    Peter ha detto:
    @Barbara Farinelli: bene, mi permetterei di consigliarti questa mia variante !
    Come immaginerai - o già lo saprai, quella spontanea cremetta di funghi che esce fuori ... :)
    Non ho la benché minima idea sul valore calorico, ma non dovrebbe essere per niente pesante,
    a parte le eventuali intolleranze al latte, ovvio.
    E a ragion veduta, potrai omettere il pepe, o usare il bianco, macinato sul piatto :)
    Grazie !

    Barbara Farinelli ha detto:
    @Peter: ottimo!

    Peter ha detto:
    Tra le mie versioni preferite :)
    Una mia (?) variante, forse un po' meno light, appena preparata e divorata :
    In luogo del vino bianco, latte scremato ! Per il resto, tutto come da tue precise indicazioni,
    a parte il pepe, che stasera ho dimenticato, haha (spesso lo uso anche bianco, macinato sul piatto).
    Complimenti !

    Barbara Farinelli ha detto:
    @Claudio: ho rifatto la ricetta per verificare. Se usi una buona padella dal fondo spesso e antiaderente e l'olio è a giusta temperatura, direi che la quantità di olio è sufficiente. Del resto la cottura deve essere molto breve.
    Per quanto riguarda il vino, la sua funzione non è quella di sfumare, ma di fare da fondo di cottura. Nei primi minuti a padella scoperta evapora la parte alcolica, quando si copre diventa il mezzo in cui cuociono i funghi, assieme all'acqua che producono. A fine cottura scoperchiando e alzando la fiamma si deve quindi asciugare il fondo. Il vino dà sapore ai funghi e ne permette una buona cottura con pochi grassi. Non dimentichiamoci che parliamo di una ricetta light!

    Claudio ha detto:
    Mha! A me non è venuta benissimo, soprattutto perché con un cucchiaio di olio è difficile friggere 2 fettine!
    Poi o i passaggi non sono scritti bene, oppure la successione degli ingredienti non è corretta, perché il vino in questo modo non sfuma affatto!
    Comunque alla fine ho risolto, ma c'è qualcosa di sbagliato nella ricetta!
    Apprezzabile il tentativo!

    Barbara Farinelli ha detto:
    @giusy: bravissima! :-)

    15 commenti su 15
     

    Lascia un commento!!!

    richiesto

    richiesto, non sarà pubblicato

    il tuo sito web