Trova ricetta

Frittata cipolle e aceto balsamico

    0.0/5 (0 voti)

    Ricette secondi piatti uova

    Frittata cipolle e aceto balsamico


    La frittata cipolle e aceto balsamico è un secondo piatto a base di uova leggero e gustoso, dove le cipolle rosse di Tropea danno un sapore molto caratteristico alla frittata e allo stesso tempo ne vengono messe in risalto.

    La frittata cipolle e aceto balsamico è ottima appena preparata, ma anche fredda. Si può conservare per un giorno in frigorifero, ben coperta, e può essere gustata anche fuori casa, accompagnata da insalatina oppure come farcitura di un panino. Ideale quindi per un picnic, ma anche per un pranzo in ufficio.

    INFORMAZIONI

    • 2 persone
    • 290 Kcal a porzione
    • difficoltà facile
    • pronta in 45 minuti
    • ricetta light
    • si può preparare in anticipo
    • si può mangiare fuori

    INGREDIENTI

    In quanti siete?

    Dimmelo e ti ricalcolerò gli ingredienti!

        

    VARIANTE VEGETARIANA

    Sei vegetariano e vuoi realizzare questa ricetta?

    Utilizzare in alternativa al Parmigiano un formaggio da grattugia vegetariano.


    PREPARAZIONE

    1. Pelare le cipolle e tagliarle a spicchietti.
    2. Mettere, in una padella larga abbastanza da cuocere la frittata, l'olio, le cipolle e portarla sul fuoco.
    3. Cuocere per 2-3 minuti da quando le cipolle cominciano a sfrigolare, mescolando, quindi unire un mestolo di brodo, un pizzico di sale, le foglie di basilico lavate e spezzettate e cuocere per 10 minuti a fiamma media coperto. Girare di tanto in tanto ed aggiungere altro brodo se il fondo di cottura dovesse asciugarsi troppo.
    4. Nel frattempo rompere le uova in una terrina e sbatterle con una forchetta, miscelandole assieme al Parmigiano grattugiato, la birra, un pizzico di sale ed una macinata di pepe.
    5. Trascorso il tempo di cottura delle cipolle, scoperchiare, alzare la fiamma e far asciugare il fondo di cottura. Unire quindi l'aceto balsamico e mescolare di continuo sempre per un paio di minuti, finchè l'aceto sarà addensato.
    6. A questo punto versare nella padella l'uovo e mescolare appena per amalgamare gli ingredienti.
    7. Abbassare il fuoco al minimo, coprire e lasciar cuocere a fuoco molto dolce dal primo lato per circa 7-8 minuti. Quindi controllare il fondo con una paletta. Quando avrà assunto un bel colore bruno-dorato girarla e cuocerla anche dal secondo lato.
    8. Servire, a piacere, calda, tiepida o fredda.

    CONTORNO DI ABBINAMENTO IDEALE

    Insalata verde

    STAGIONE

    Giugno, luglio, agosto, settembre.

    AUTORE

    Ricetta realizzata da Barbara Farinelli. Fotografia di Giovanni Caprilli. Tutti i diritti riservati.

    APPROFONDIMENTI

    Scuola di cucina - Girare la frittata
    Scuola di cucina - Una buona frittata, guida fotografica passo passo


    www.lospicchiodaglio.it


    Ricette correlate


    Il calzone di uova ai peperoni è una sottile frittata di uova e formaggio, ripiegata e farcita con peperoni cotti al forno e mozzarella filante. Il calzone di uova ai peperoni è ottimo appena preparato, ma anche tiepido. Se avanza si conserva per un ...



    Il calzone di uova alle zucchine trifolate è una sottile frittata di uova e formaggio, ripiegata e farcita con zucchine trifolate, pomodorini affettati e mozzarella filante. Il calzone di uova alle zucchine trifolate è ottimo appena preparato, ma anche tiepido. Se avanza si conserva per un giorno ...



    La frittata affumicata con porri e prosciutto è un secondo piatto a base di uova dal sapore delicato e lievemente affumicato, che può essere reso più evidente se utilizzate un prosciutto cotto tipo Praga al posto di quello normale. Si può servire appena preparata, ma ...



    La frittata carciofi e fontina è una gustosa preparazione a base di uova e carciofi trifolati, insaporita con un trito di prezzemolo e fontina valdostana. La frittata carciofi e fontina è ottima sia appena preparata, sia fredda. Si conserva ottimamente in frigorifero per un giorno. Per ...



    4 commenti su questa ricetta

    Barbara Farinelli ha detto:
    @eleonora: esistono dei formaggi da grattugia come il Parmigiano con caglio vegetale. Prova a cercare il Verdiano, dicono che sia molto buono!

    eleonora ha detto:
    @Barbara Farinelli: grazie mille non lo sapevo lo terrò presente quando inviterò le mie amiche vegetariane.
    buona giornata

    Barbara Farinelli ha detto:
    @eleonora: ciao Eleonora, sai che la Società Italiana di Nutrizione Vegetariana dà indicazioni di escludere dalla dieta vegetariana anche i formaggi che utilizzano caglio animale (come ad esempio il Parmigiano)? In effetti il caglio animale è estratto dallo stomaco dei bovini dopo la macellazione (non si può ricavare da un animale vivo, come avviene per il latte o per le uova).
    Dopodichè ogni vegetariano valuta in base a propri criteri etici o salutistici, ma le indicazioni "ufficiali" sono queste!

    eleonora ha detto:
    ciao leggendo la ricetta veramente da provare non capisco la nota finale de " sei vegerariana " la ricetta è già edibile per i vegerariani e sostituire il parmigiano non ha senso se non per chi non ama questo formaggio

    4 commenti su 4
     

    Lascia un commento!!!

    richiesto

    richiesto, non sarà pubblicato

    il tuo sito web