Trova ricetta

Polpettone

    4.7/5 (7 voti)

    Ricette secondi piatti carne

    Polpettone


    Questa ricetta di polpettone è semplice, ma veramente squisita, e si prepara in padella. E' quindi un ottimo secondo quando il primo piatto cuoce nel forno. La ricetta è della mia mamma Angela, che lo preparava spesso nei pranzi domenicali quando nel forno cuoceva la lasagna, o la pasta al forno.

    Il polpettone è ottimo appena preparato, ma anche tiepido o freddo. Si conserva per un paio di giorni in frigorifero, ben coperto. E' ottimo servito con le patate, ma anche insalata verde oppure verdura cotta, come ad esempio la scarola.

    Se vi avanzano delle fette di polpettone, si possono conservare in frigo per un paio di giorni, oppure congelare. Sono ottime sia tiepide, sia riscaldate. Un modo originale per gustarlo è grigliare le fette sulla piastra in modo che formino una crosticina croccante. Attenzione a non esagerare però, altrimenti seccano.

    INFORMAZIONI

    • 6 persone
    • 240 Kcal a porzione
    • difficoltà facile
    • pronta in 1 ora
    • ricetta light
    • si può preparare in anticipo
    • si può mangiare fuori

    In quanti siete?

    Dimmelo e ti ricalcolerò gli ingredienti!

        

    PREPARAZIONE

    1. Lavare il prezzemolo, selezionarne le foglie e tritarle finemente assieme a metà aglio spellato. Io uso la mezzaluna su un tagliere.
    2. Mettere in una ciotola i due tipi di macinato, un pizzico abbondante di sale, il Parmigiano, il trito di aglio e prezzemolo, le uova, un paio di cucchiaiate di pangrattato, una macinata di pepe, una grattugiata di noce moscata e amalgamare bene.
    3. La consistenza dell'impasto del polpettone deve essere abbastanza soda, che mantenga la forma. Regolare quindi il pangrattato di conseguenza.
    4. Portare l'impasto su un tagliere o una spianatoia e dargli la forma di un polpettone. Passarlo quindi nel pangrattato ricoprendolo uniformemente su tutti i lati.
    5. Mettere in una capace padella antiaderente l'olio, il restante aglio spellato e portarla sul fuoco. Far ben rosolare l'aglio, quindi toglierlo e unire il polpettone.
    6. Farlo ben colorare su tutti i lati a fiamma vivace.
    7. Unire il vino, far sfumare per un paio di minuti, quindi abbassare la fiamma, coprire e cuocere per 45 minuti circa.
    8. Girare il polpettone su tutti i lati durante la cottura e fare in modo che avvenga molto dolcemente. Se il fondo di cottura dovesse asciugarsi troppo aggiungere qualche cucchiaiata di brodo caldo.
    9. Trascorso il tempo indicato alzare la fiamma e rosolare bene il polpettone su tutti i lati.
    10. Mettere il polpettone in un piatto e filtrare il fondo di cottura con un colino a maglie fini.
    11. Tagliare il polpettone, irrorarlo con la salsa e servire.

    STAGIONE

    Ricetta per tutte le stagioni.

    AUTORE

    Ricetta realizzata da Barbara Farinelli. Fotografia di Giovanni Caprilli. Tutti i diritti riservati.

    I suggerimenti di barbara

    Se vi piace un polpettone dal sapore più forte, caratteristico, ben glassato e colorato, usare del vino rosso al posto di quello bianco. Un buon Lambrusco è perfetto.


    www.lospicchiodaglio.it


    Ricette correlate


    L'arrosto di tacchino ai carciofini è un secondo piatto leggero e molto veloce da preparare, adatto a un pranzo fuori casa, come ad esempio al lavoro. Accompagnato da crostini di pane si può gustare anche come piatto unico. L'arrosto di tacchino ai carciofini si ...



    Il pollo al forno con patate è un classico della cucina casalinga. Semplice da preparare, leggero e poco calorico, nella nostra versione il pollo viene cotto senza pelle, ma insaporito con il Parmigiano Reggiano. Il pollo al forno con patate, una volta preparato e ...



    Il pollo ai carciofi è un secondo piatto con contorno, semplice e completo, in cui il sapore delicato del pollo si unisce a quello particolare dei carciofi. La preparazione cuoce tutta in padella, piuttosto rapidamente. L'unica operazione un po' laboriosa è la pulizia dei carciofi, ma ...



    Il macinato al tegamino è un secondo piatto veloce e semplice da preparare, che piace molto anche ai bambini. Il macinato al tegamino va preparato al momento e mangiato subito. La cottura deve essere breve e a fiamma sostenuta in modo che la ...



    Le scaloppine ai funghi sono un secondo piatto di carne leggero e veloce, ma molto gustoso e saporito. Con la giusta cottura, a fiamma vivace e piuttosto breve, la carne resterà morbidissima. Le scaloppine ai funghi sono già da sole un piatto unico, ma ...



    La bistecca fiorentina è uno dei tagli di carne più pregiati che si possa cucinare, la regina della brace, a cui accostarsi dopo aver compreso bene tutti i segreti per la sua perfetta preparazione. È un taglio piuttosto costoso, da cucinare con cura e attenzione. Nella ...



    Le braciole di vitello al sale sono una preparazione di cucina in apparenza semplice, ma che richiede numerosi piccoli accorgimenti per riuscire alla perfezione donandoci una carne gustosa, morbida, ricca di sapore. La cipolla rossa e il sale grosso conferiscono al piatto un aroma molto ...



    Il tacchino ai carciofi è un secondo piatto a base di carne facile da preparare, leggero, ma molto gustoso. Il segreto sta nella cottura della carne e nell'accoppiata vincente tacchino-carciofi. Il tacchino ai carciofi si può preparare riciclando carciofi trifolati del giorno prima. E' ...



    6 commenti su questa ricetta

    Romano ha detto:
    @stefania:si,penso che con il latte va benissimo....poi fammi sapere ciao.

    Barbara Farinelli ha detto:
    @stefania: ottimo lo speck tritato, gli darà un aroma affumicato che sta molto bene con il resto della carne utilizzata. Usa però dello speck morbido e non secco, altrimenti rischi che si senta fra i denti. Poi fammi sapere!

    stefania ha detto:
    @stefania: fatto!! è venuto benissimo e sono anche riuscita a non romperlo girandolo ;) . sai che ti dico? la prossima volta proverò a non mettere l'agliio e ad aggiungere dell speck tritato...che n pensi?

    stefania ha detto:
    @stefania: grazie ! domenica proverò e ti farò sapere... ;)

    Barbara Farinelli ha detto:
    @stefania: a me viene sempre bello morbido. Non eccedere nella cottura, utilizza un macinato non troppo magro e rispetta le dosi di Parmigiano. Vedrai che viene bene. La sua salsina, inoltre, aiuta a mantenerlo morbido. Mi raccomando, non lasciarlo mai scoperto e taglialo solo prima di mangiarlo, altrimenti le fette tagliate, all'aria, si seccano. Poi fammi sapere come ti è venuto :-)

    stefania ha detto:
    ciao... vorrei provare a farlo domenica, ma ho solo paura che risulti troppo asciutto... non è forse il caso di aggiungere un po' di pane ammollato nel latte insieme all'impasto? Grazie.

    6 commenti su 6
     

    Lascia un commento!!!

    richiesto

    richiesto, non sarà pubblicato

    il tuo sito web