Trova ricetta

Risotto allo zafferano con funghi porcini

    5.0/5 (2 voti)

    Ricette primi piatti verdura

    Risotto allo zafferano con funghi porcini


    Il risotto allo zafferano con funghi porcini è un primo piatto a base di riso molto semplice e delicato in cui il sapore del fungo porcino viene messo in particolare risalto essendo servito in accompagnamento al risotto.

    Per la realizzazione del risotto allo zafferano con funghi porcini sono necessari funghi porcini di ottima qualità, da spadellare velocemente per dargli una breve cottura e mantenere intatti consistenza e profumo.

    INFORMAZIONI

    • 2 persone
    • 430 Kcal a porzione
    • difficoltà facile
    • pronta in 45 minuti
    • ricetta light

    INGREDIENTI

    Per il risotto

    Per spadellare i funghi

    Per completare la preparazione

    In quanti siete?

    Dimmelo e ti ricalcolerò gli ingredienti!

        

    VARIANTE VEGAN

    Sei vegan e vuoi realizzare questa ricetta?

    E' sufficiente omettere il Parmigiano Reggiano.

    PREPARAZIONE

    1. Pulire i funghi eliminando la parte terrosa del gambo con le radichette, sciacquarli brevemente sotto acqua corrente per togliere ogni residuo di terra. Affettarli o tagliarli a pezzettini.
    2. Scaldare il brodo.
    3. In una pentola da minestra mettere l'olio e tritarvi molto finemente lo scalogno spellato.
    4. Accendere il fuoco e far rosolare lo scalogno a fiamma dolce. Quando si sarà appena dorato aggiungere un cucchiaio di brodo e proseguire la cottura per 2-3 minuti circa.
    5. Alzare la fiamma, unire il riso e farlo tostare per un minuto, finchè non diventa traslucido. Mescolare continuamente con un cucchiaio di legno.
    6. Sfumare con il vino bianco e farlo evaporare, sempre mescolando.
    7. Aggiungere 4-5 mestoli di brodo bollente e impostare il timer secondo i minuti di cottura del tipo di riso che si sta usando (solitamente 15-18 minuti).
    8. Continuare unendo il brodo man mano che viene assorbito, mescolando di tanto in tanto, senza lasciare che il composto si asciughi troppo, altrimenti cuocerebbe male ed in modo discontinuo.
    9. A metà cottura aggiungere lo zafferano stemperato in un cucchiaio di brodo.
    10. Mentre il risotto finisce di cuocere mettere in un padellino l'olio e l'aglio spellato. Farlo ben dorare su fiamma vivace quindi toglierlo e aggiungere i funghi. Farli saltare su fiamma vivace per qualche minuto, aggiungere il vino, una macinata di pepe, un pizzico di sale e proseguire la cottura qualche minuto fino ad asciugare il fondo di cottura. Spegnere e tenere in caldo.
    11. A 5 minuti dal termine della cottura del riso regolare di sale, tenendo conto del fatto che si unirà il Parmigiano.
    12. Trascorso il termine spegnere il fuoco, mantecare con il Parmigiano e coprire un minuto.
    13. Distribuire il risotto nei piatti, mettere tutto intorno i funghi saltati in padella e decorare con il Parmigiano a scaglie.

    STAGIONE

    Settembre, ottobre, novembre, dicembre.

    AUTORE

    Ricetta realizzata da Barbara Farinelli. Fotografia di Giovanni Caprilli. Tutti i diritti riservati.


    www.lospicchiodaglio.it


    Ricette correlate


    Le linguine patate e prezzemolo sono un piatto semplicissimo, veloce e molto economico. Io le preparo soprattutto d'estate, quando fa caldo e si ha poca voglia di stare a lungo davanti ai fornelli. Le patate cuociono insieme alla pasta e il trito di aglio e ...



    La pasta al pesto e piselli è un primo piatto tipico della fine primavera, quando si trovano sul mercato i piselli freschi, le patate novelle e il basilico è nel pieno del suo sviluppo, con foglie tenere e ricche di oli essenziali. Per la ...



    La zuppa d'orzo e cavolfiore è una minestra calda a base di cavolfiore bianco, ma si può utilizzare con lo stesso risultato anche quello giallo, violetto oppure il broccolo romanesco. Allo stesso modo il cereale scelto, l'orzo, può essere sostituito con farro o un mix ...



    Le tagliatelle radicchio e pancetta sono un primo piatto autunnale, ricco di profumi e aromi, in cui il sapore forte e amaro del radicchio rosso si sposa al dolce e affumicato della pancetta. Le tagliatelle radicchio e pancetta sono ottime se preparate con il ...



    La pasta gratinata ai peperoni è una pasta al forno tipicamente estiva, semplice da preparare, soprattutto se si ha già pronta della peperonata, che può essere utilizzata per condire la pasta, come indicato in ricetta. La pasta gratinata ai peperoni può essere preparata un giorno prima ...



    La zuppa di cavolo rapa è una minestra tipica primaverile, quando compaiono sul mercato i piselli e il cavolo rapa, una varietà di cavolo che si presta molto alla preparazione delle zuppe, poichè ha un sapore delicato e una polpa croccante, fresca e particolarmente aromatica. ...



    Il riso con le lenticchie è un'ottima minestra tipica dei mesi freddi autunnali e invernali, molto rustica e gustosa, che ricorda le buone zuppe di una volta. Le lenticchie non vanno messe in ammollo, ma cucinate così come sono. Il riso con le lenticchie ...



    La pasta asparagi e carciofi croccanti è un primo piatto di fine primavera, ottimo quando ci sono gli utlimi carciofi e compaiono i primi asparagi. Questi due sapori così particolari e caratteristici si sposano benissimo insieme, legati dal dolce della cipolla rossa. La pasta asparagi ...



    3 commenti su questa ricetta

    Dagoberto Medina ha detto:
    proprio una meraviglia!!! complimenti!!!

    Nadia ha detto:
    Provato anche io! La cottura così breve del fungo gli fa mantenere un sapore unico. Quando metti in bocca un po' di riso tirando su qualche fungo è davvero una goduria!

    mondi ha detto:
    Ottima ricetta già provata e il risalutato un successone.

    3 commenti su 3
     

    Lascia un commento!!!

    richiesto

    richiesto, non sarà pubblicato

    il tuo sito web