Trova ricetta

Zuppa frantoiana

    5.0/5 (4 voti)

    Ricette primi piatti verdura

    Zuppa frantoiana


    La zuppa frantoiana è una gustosa zuppa toscana, la cui caratteristica è di essere condita a crudo con l'olio toscano novello, quello prodotto da poco, dal tipico sapore intenso, piccante e pungente.

    La zuppa frantoiana è preparata con ingredienti semplici della cultura contadina, fagioli, patate, zucca, carote, cavolo nero e viene accompagnata da fette di pane toscano rafferme o abbrustolite. Può essere più asciutta o più liquida secondo il gusto personale.

    La tradizione vuole che le fette di pane siano messe sotto alla zuppa frantoiana, ma a piacimento possono essere messe in accompagnamento.

    INFORMAZIONI

    • 4 persone
    • 490 Kcal a porzione
    • difficoltà facile
    • pronta in 2 ore e ½
    • ricetta vegetariana e vegan
    • ricetta light

    INGREDIENTI

    Per la cottura dei fagioli

    Per la cottura della zuppa

    Per completare la preparazione

    In quanti siete?

    Dimmelo e ti ricalcolerò gli ingredienti!

        

    PREPARAZIONE

    Cottura dei fagioli

    1. Per questa ricetta i fagioli devono essere stati ammollo in acqua fredda per almeno 12 ore.
    2. Spellare la cipolla e tagliarla a spicchietti.
    3. Lavare la carota, eliminare le estremità e affettarla.
    4. Lavare bene il sedano e affettarlo. Lasciare le foglie soltanto se sono molto chiare e tenere.
    5. Mettere tutte le verdure in una pentola e unire i fagioli.
    6. Aggiungere tanta acqua fredda quanta ne basterà a coprire tutti i fagioli per almeno quattro dita.
    7. Coprire, mettere sul fuoco e cuocere per 1 ora calcolata da quando inizia il bollore. Tenere la pentola semicoperta, la fiamma molto bassa e girare di tanto in tanto. Se l'acqua messa non è abbastanza aggiungerne altra, ma che sia molto calda. Se si interrompe la cottura, infatti, le bucce diventeranno dure.
    8. Trascorso il tempo di cottura regolare di sale, scolare metà dei fagioli e passare i restanti con tutto il loro brodo e le verdure. Se il passato fosse troppo denso stemperarlo con acqua o brodo vegetale.


    Cottura della zuppa

    1. Spellare la cipolla e tritarla molto finemente.
    2. Lavare bene le foglie del cavolo nero, eliminare la costa centrale e tagliarle a pezzetti.
    3. Pelare le carote, eliminare le estremità e affettarle nello spessore di 3-4 millimetri.
    4. Pelare le patate, sciacquarle e tagliarle a cubetti di un centimetro di lato.
    5. Eliminare la buccia dalla zucca e tagliarla a cubetti di grandezza simile alle patate.
    6. Mettere in una pentola da minestra l'olio e la cipolla tritata. Portarla sul fuoco e farla dolcemente dorare.
    7. Unire carote, patate e zucca, mescolare con un cucchiaio di legno e far sfrigolare per un paio di minuti a fiamma vivace.
    8. Unire il cavolo nero, mescolare e proseguire la cottura per altri 2-3 minuti. Tutte le verdure devono insaporirsi.
    9. Unire il passato di fagioli e mescolare bene.
    10. Unire un pizzico di sale, una generosa macinata di pepe e cuocere a fiamma dolce per 40 minuti circa. Mescolare di tanto in tanto e regolare la densità della zuppa a proprio piacimento. Se piace più liquida unire acqua o brodo vegetale caldo.
    11. Trascorso il tempo indicato assaggiare e regolare di sale. Unire i fagioli tenuti da parte, mescolare, coprire e far riposare 3-4 minuti.
    12. Nel frattempo tagliare il pane a fette, spennellarle con un po' d'olio e passarle sotto il grill del forno fino a farle abbrustolire.
    13. Sfregarle ancora calde con l'aglio spellato.
    14. Mettere la zuppa nelle ciotole da porzione, unire un filo d'olio novello, le fette di pane abbrustolito e servire.

    STAGIONE

    Gennaio, febbraio, ottobre, novembre, dicembre.

    AUTORE

    Ricetta realizzata da Barbara Farinelli. Fotografia di Giovanni Caprilli. Tutti i diritti riservati.

    I suggerimenti di barbara

    L'olio ideale per spennellare il pane e condire a crudo la zuppa è un toscano novello, robusto, con note amare e piccanti.


    www.lospicchiodaglio.it


    Ricette correlate


    La pasta con crema di melanzane e basilico è un primo piatto estivo che unisce il sapore del pesto con quello delle melanzane. Per la sua preparazione è indispensabile del buon basilico fresco e melanzane di stagione. La pasta con crema di melanzane e ...



    Gli gnocchetti stracchino e radicchio sono un gustoso primo piatto gratinato al forno, caratteristico di autunno e inverno quando il radicchio rosso è al massimo del suo sapore. Gli gnocchetti stracchino e radicchio possono essere preparati un giorno prima e lasciati in frigorifero fino ...



    I pisarei e fasò sono una ricetta tipica piacentina, complessa ed elaborata da preparare, il classico pranzo della domenica da fare in famiglia. Il sapore però è unico e vi saprà ripagare di tanto lavoro. Lavoro che deve essere lento, accurato, e che può essere ...



    Il risotto piselli e zucchine è un risotto tipicamente primaverile, preparato con piselli freschi e zucchine novelle. E' importante per la buona riuscita della ricetta, che siano piccole e molto sottili, in modo che affettate tengano la forma durante la cottura. Il risotto piselli ...



    Il cuscus peperoni e cipolle è un ottimo primo piatto a base di cuscus, fresco e leggero, adatto alle calde giornate estive. Può essere gustato anche il giorno dopo, a temperatura ambiente e si adatta benissimo a un pranzo fuori casa, anche in ufficio. Unire un ...



    Il risotto zucca, radicchio e Gorgonzola è un primo piatto a base di riso che unisce il sapore dolce della zucca a quello amarognolo del radicchio, assieme alla nota sapida ed erborinata del formaggio Gorgonzola, così unico nel suo sapore. E' una preparazione tipica dell'autunno e ...



    La pasta con le lenticchie è una minestra della tradizione italiana molto gustosa, ottima sia come piatto unico, sia come primo piatto a cui far seguire un secondo. La pasta con le lenticchie che vi proponiamo è un piatto ricco, ma leggero, che non ...



    Lascia un commento!!!

    richiesto

    richiesto, non sarà pubblicato