Trova ricetta

Gnocchetti rossi alle verdure

    5.0/5 (2 voti)

    Ricette primi piatti verdura

    Gnocchetti rossi alle verdure


    Gli gnocchetti rossi alle verdure sono un primo piatto a base di gnocchi e verdure di tarda primavera, inizio estate, quando ci sono gli ultimi piselli e si trovano già i primi peperoni. Se non si trovano i piselli freschi si possono sostituire da pari peso sgranato di prodotto surgelato.

    Gli gnocchetti rossi alle verdure si possono anche mettere in una pirofila unta di olio, cospargere con il Parmigiano e gratinare, per ottenere così un piatto ancora più invitante e goloso. Con questa variante è possibile prepararlo con un po' di anticipo e gratinarlo soltanto all'ultimo momento.

    INFORMAZIONI

    • 2 persone
    • 460 Kcal a porzione
    • difficoltà media
    • pronta in 45 minuti
    • ricetta vegetariana e vegan
    • ricetta light
    • si può mangiare fuori

    INGREDIENTI

    In quanti siete?

    Dimmelo e ti ricalcolerò gli ingredienti!

        

    PREPARAZIONE

    1. Lavare la carota ed eliminare lo strato più esterno con un pelapatate.
    2. Lavare il peperone, eliminare il torsolo, i semi e i filamenti bianchi che si trovano all'interno.
    3. Lavare il sedano, eliminare i filamenti aiutandosi con un coltello a lama liscia.
    4. Tagliare carota, peperone e sedano a cubettini di 3-4 millimetri di lato.
    5. Sgranare i piselli.
    6. Mettere in una capace padella l'olio e lo scalogno spellato e tritato molto finemente. Portarla sul fuoco e farlo dolcemente dorare con un pizzico di sale ed un paio di cucchiai di brodo vegetale caldo.
    7. Unire le restanti verdure, mescolare, e cuocere per 5 minuti a fiamma media coperto. Unire altro brodo se il fondo di cottura dovesse asciugarsi troppo.
    8. Trascorso il tempo indicato, unire la passata di pomodoro, le foglie di basilico lavate e spezzettate, un pizzico di sale, una punta di zucchero e cuocere a fiamma dolce, coperto, per 15 minuti circa. A cottura ultimata le verdure dovranno essersi ammorbidite, ma non spappolate. Assaggiare e regolare di sale.
    9. Lessare gli gnocchi in abbondante acqua salata e, man mano che affiorano in superficie scolarli e metterli nella ciotola del condimento girando molto delicatamente.
    10. Servire immediatamente.

    STAGIONE

    Marzo, aprile, maggio, giugno.

    AUTORE

    Ricetta realizzata da Barbara Farinelli. Fotografia di Giovanni Caprilli. Tutti i diritti riservati.

    I suggerimenti di barbara

    Ottimi, se avanzano, anche il giorno dopo. Coprirli con un'abbondante grattugiata di Parmigiano Reggiano e scaldarli nel forno a 200°C per una decina di minuti. Se tendono a scurirsi troppo coprirli con la carta stagnola.

    Gli gnocchi nella versione da gratinare in forno possono anche essere congelati. Si conservano così per 3 mesi circa. Al momento di consumarli metterli nel frigorifero la sera prima e scaldarli al momento di mangiarli nel forno come descritto in precedenza.


    www.lospicchiodaglio.it


    Ricette correlate


    Il risotto funghi e pinoli è un primo piatto a base di riso preparato con funghi porcini e pinoli tostati. E' una variante del più classico risotto ai funghi. Il risotto funghi e pinoli si può preparare con i porcini, ma anche con champignoni, chiodini, finferli ...



    Il risotto alla zucca è un primo piatto a base di riso dal sapore molto particolare e delicato, dato dal suo ingrediente principale, la zucca, esaltato dal sapore del Parmigiano utilizzato per mantecare. E' tipico della stagione autunnale, quando la zucca arriva sui nostri mercati ...



    La pasta e fagioli preparata secondo questa ricetta è molto veloce e semplificata, adatta alla cucina di tutti i giorni. Se si utilizzano fagioli in scatola preferire quelli cotti a vapore e sciacquarli prima dell'utilizzo. Ottimi quelli conservati sotto vetro. Per una preparazione più classica ...



    Le foglie di ulivo alla ligure sono un piatto tipico della Liguria e si servono spesso condite con un sugo di pomodoro e funghi porcini, così come vi proponiamo in questa ricetta. Le foglie di ulivo alla ligure prendono questo nome dal formato di ...



    La zuppa di grano saraceno e lenticchie rosse è una minestra a base di legumi e cereali. Contiene porri, zucca, patate, grano saraceno, amaranto e lenticchie rosse. Leggera e salutare può essere un ottimo piatto unico. La zuppa di grano saraceno e lenticchie rosse ...



    La fagiolata è una zuppa di fagioli in cui se ne utilizzano di vario tipo, mescolati tutti insieme per avere differenti consistenze e sfumature di sapore. In questa variante io vi consiglio fagioli rossi, neri, azuki, borlotti, cannellini e all'occhio inuguale proporzione, ma potete scegliere ...



    Il riso con le lenticchie è un'ottima minestra tipica dei mesi freddi autunnali e invernali, molto rustica e gustosa, che ricorda le buone zuppe di una volta. Le lenticchie non vanno messe in ammollo, ma cucinate così come sono. Il riso con le lenticchie ...



    Lascia un commento!!!

    richiesto

    richiesto, non sarà pubblicato

    il tuo sito web