Questo sito contribuisce alla audience di

Risotto alla zucca

Ricette primi piatti verdura

Risotto alla zucca


Il risotto alla zucca è un primo piatto a base di riso dal sapore molto particolare e delicato, dato dal suo ingrediente principale, la zucca, esaltato dal sapore del Parmigiano utilizzato per mantecare. E' tipico della stagione autunnale, quando la zucca arriva sui nostri mercati nel pieno del suo sapore e a buon prezzo.

Il risotto alla zucca può essere un ottimo piatto unico, seguito da un contorno e da frutta fresca di stagione, magari una pera gustata con qualche scaglia di Parmigiano avanzata.

INGREDIENTI

INFORMAZIONI

  • 2 persone
  • 430 Kcal a porzione
  • difficoltà facile
  • pronta in 45 minuti
  • ricetta light

In quanti siete?

Dimmelo e ti ricalcolerò gli ingredienti!

    

VARIANTE VEGAN

Sei vegan e vuoi realizzare questa ricetta?

E' sufficiente omettere il Parmigiano Reggiano.

PREPARAZIONE

  • Lavare la zucca sotto acqua fresca corrente e tagliarla a metà. Eliminare i semi e i filamenti aiutandosi con un cucchiaio. Tagliarla a pezzetti e sbucciarla. Dai pezzetti ricavati ottenere dei cubetti di un centimetro di lato.
  • Spellare lo scalogno e tritarlo finemente.
  • Lavare bene le foglie di salvia e il timo. Avvolgere il rametto di timo fra le foglie di salvia e legarle strettamente con dello spago da cucina.
  • Scaldare il brodo.
  • Mettere in una pentola da minestra l'olio, lo scalogno tritato e farlo dolcemente dorare. Unire la zucca, un pizzico di sale, il mazzetto aromatico, una macinata di pepe, mescolare e far insaporire per un paio di minuti su fiamma vivace.
  • Unire il vino bianco, mescolare e far evaporare.
  • Aggiungere il riso e farlo tostare un minuto mescolando di continuo.
  • Unire 3-4 mestoli di brodo bollente e impostare il timer secondo i minuti di cottura del tipo di riso che si sta usando (solitamente 15-18 minuti).
  • Continuare unendo il brodo man mano che viene assorbito, mescolando di tanto in tanto, senza lasciare che il composto si asciughi troppo, altrimenti cuocerebbe male ed in modo discontinuo.
  • A fine cottura spegnere il fuoco, unire il Parmigiano grattugiato, mescolare bene e lasciare riposare un minuto.
  • Servire decorando con scaglie di Parmigiano e foglie di salvia.

STAGIONE

Gennaio, febbraio, settembre, ottobre, novembre, dicembre.

AUTORE

Ricetta realizzata da . Fotografia di Giovanni Caprilli. Tutti i diritti riservati.

APPROFONDIMENTI

Come si fa... a pulire la zucca? Guida fotografica passo passo.


www.lospicchiodaglio.it



Ti potrebbero interessare anche:


12 commenti su questa ricetta

Barbara Farinelli ha detto:
@Oana: bravissima!

Oana ha detto:
Ho fatto questo risotto stasera ed è stato molto molto apprezzato
Zucca delica, riso vialone nano, parmigiano 24 mesi, in fase di mantecatura un altra fogliolina di salvia tritata, un pochino di timo ed un goccio di buon vino bianco secco...ma il vero colpo di genio è stato l'accostamento zucca, salvia e timo! quindi grazie infinite!!! è venuta fuori una delizia!! fortuna che avevo fatto una porzione in più...

ha detto:
mmm sembra molto buono...io così semplice non l ho mai provato, lo proverò e ti farò sapere

Barbara Farinelli ha detto:
@davide: mia nonna era ferrarese, conosco benissimo la zucca violina e ricordo quando ero piccola e me la preparava... una vera bontà! Si sentiva il profumo fin dalla strada. Sono contenta che la ricetta ti sia venuta bene, bravissimo! :-)

davide ha detto:
nel ferrarese adoperiamo la zucca violina (arancione, lunga ed abbastanza dolce), ho la fortuna di poter usare zucca bio e con la tua ricetta (che sinceramente ha un tocco in più) ho ottenuto un ottimo risultato e fatto un figurone con amici.
Grazie.

Barbara Farinelli ha detto:
@Orietta: bravissima! :-) e tante grazie.

Orietta ha detto:
oggi l'ho preparato, risultato buonissimo!!! grazie Barbara alla prossima ricetta

Barbara Farinelli ha detto:
@pippo: 50 ml di vino bianco su 200 g di zucca in pentola piuttosto larga a fiamma medio-alta sfumano in fretta, se la zucca è di buona qualità non emette acqua in questa fase e si riesce tranquillamente a tostare il riso. Io da sempre lo realizzo così con ottimi risultati :-)

pippo ha detto:
Ma non capisco come il riso faccia a tostare, se prima si mette la zucca e la si sfuma con il vino bianco... Per quanto la si faccia asciugare (ma ci vorrebbero 20 minuti), il riso ne assorbirà subito l'acqua e resterà una zuppa di riso, non un risotto.

Barbara Farinelli ha detto:
@daniela: il sapore delle zucche dipende molto, oltre che dalla varietà, da quanto sono fresche e quanto sono state annaffiate. Solitamente quelle che i contadini coltivano ai margini dell'orto sono le più buone e saporite. Per le preparazioni in cui la zucca è quasi protagonista esclusiva, come ad esempio la zucca gratinata al forno, la più adatta è quella arancione di forma allungata (come la Ungherese ad esempio). Per preparazioni in cui è necessario un più forte gusto e contrasto la Delica (quella verde di forma globosa) è meglio indicata. Per preparare i tortelli invece, niente è meglio della zucca mantovana. La zucca napoletana trova il suo massimo risalto in zuppe, minestroni e come ingrediente nel condimento della pasta.

10 commenti su 12
 

Lascia un commento!!!

richiesto

richiesto, non sarà pubblicato

il tuo sito web